Difficoltà a rimanere incinta? Colpa di questi prodotti che usi tutti i giorni

Hai difficoltà a rimanere incinta? Presta attenzione, la colpa potrebbe essere di questi prodotti che usi tutti i giorni e che inconsapevolmente riducono la fertilità del 40%.

Ogni giorno, seppur inconsapevolmente, veniamo a contatto con prodotti che possono arrecarci danni non indifferenti. Oggi vogliamo rivolgerci a tutte quelle donne che purtroppo hanno difficoltà a rimanere incinta. Uno studio piuttosto recente ha rivelato come l’esposizione quotidiana ad alcune sostanze chimiche presenti nell’ambiente e molti prodotti di uso quotidiano possono effettivamente influire sulla fertilità.

Difficoltà a rimanere incinta colpa di questi prodotti
Difficoltà a rimanere incinta? La colpa potrebbe essere di questi prodotti – galleriaborghese.it

Lo studio ha rilevato come elevati livelli di sostanze perfluoroalchiliche nel sangue delle aspiranti madri sono associate ad una possibilità inferiore fino al 40% di rimanere incinta. Ma vediamo nel dettaglio di quali prodotti si parla.

Difficoltà a rimanere incinta? La colpa potrebbe essere di questi prodotti

Sono sempre di più purtroppo le donne che non riescono a rimanere incinta, nonostante i tanti tentativi. Tutti noi giornalmente veniamo a contatto con sostanze chimiche presenti nell’ambiente. Molti di questi prodotti possono ridurre la possibilità, nelle donne, di rimanere incinta. Ebbene, uno studio ha rivelato come i livelli più elevati di perfluoroalchiliche nel sangue, nelle aspiranti madri, possono limitare del 40% la possibilità di rimanere incinte.

Difficoltà a rimanere incinta
Alcuni prodotti comuni influiscono negativamente sulla fertilità – galleriaborghese.it

Lo studio è stato effettuato dai ricercatori della Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York negli Stati Uniti. Le donne che vorrebbero concepire un figlio dovrebbero evitare tutti quei prodotti conosciuti come PFAS. Queste sostanze sono contenute in pentole antiaderenti, popcorn per microonde o tessuti antimacchia.

“Il PFAS riduce la fertilità nelle donne e l’esposizione al PFAS dovrebbe essere ridotta nelle donne che stanno pianificando una gravidanza per facilitare loro il concepimento“, questo quanto detto da Euronews Next, ovvero il principale autore dello studio Nathan Cohen. I PFAS altro non sono che una classe di prodotti chimici artificiali, i quali sono stati utilizzati per interi decenni per produrre una vasta gamma di prodotti resistenti all’acqua, al calore, al grasso ed anche alle macchie.

Vengono trovati in luoghi come carta igienica e biancheria intima. Queste sostanze chimiche non si decompongono nell’ambiente e nel nostro corpo, piuttosto si accumulano. Adesso questa ricerca pone in evidenza il fatto che tali prodotti sono capaci di influire sulla fertilità femminile, mandando in caos gli ormoni riproduttivi.

“I PFAS possono interrompere i nostri ormoni riproduttivi e sono stati collegati con l’insorgenza ritardata della pubertà e l’aumento dei rischi di endometriosi e sindrome dell’ovaio policistico in alcuni studi precedenti, ciò che il nostro studio aggiunge è che i PFAS possono anche diminuire la fertilità nelle donne generalmente sane che stanno cercando di concepire”: Queste le parole dell’autore senior Dr Damaskini Valvi, Assistant professor of Environmental Medicine and Public Health presso Icahn Mount Sinai.

Impostazioni privacy