Depressione post portum, arriva la nuova cura: i risultati dello studio sono sorprendenti

La depressione post partum è una malattia mentale e come tale va trattata e curata. Ogni mamma dovrebbe poter avere un supporto.

Mettere al mondo un bambino non è semplice e non stiamo parlando solo del parto in sé. Molte donne soffrono di depressione post partum e la nuova cura potrebbe essere una salvezza per tantissime neo mamme: ecco i risultati sorprendenti sul nuovo studio.

il nuovo farmaco per curare la depressione post partum
Depressione post portum, arriva la nuova cura -galleriaborghese.it

Ogni donna che partorisce vive un momento importante della sua vita, fondamentale e che richiede tanta assistenza. Gli effetti della depressione post partum possono essere davvero pericolosi per la vita di una neo mamma e del suo neonato, per questo studi recenti mettono sempre più in luce questa problematica. Una nuova cura è stata trovata per combattere il problema: ecco di cosa si tratta.

Cura per la depressione post partum, ecco la nuova pillola che permette di combattere il problema

Sono tantissime le donne che, dopo aver partorito, sono interessate dalla depressione post partum. In particolare, secondo il ministero della Salute italiano, sono tra il 7 e il 12% le neo mamme colpite da questa problematica che intacca la salute mentale. I Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) statunitensi parlando addirittura di 1 donna su 8, mentre altri studi stimano che questa malattia possa colpire fino al 20% delle neo mamme.

Insomma, numeri che dimostrano come il disturbo sia diffuso e come la cura possa essere fondamentale. È qualcosa di più comune di quello che si può pensare. Studi recenti hanno finalmente permesso di individuare un farmaco per contrastare il problema. La Food and Drug Administration (Fda) ha approvato Zurzuvae, ovvero una pillola basata sullo zuranolone prodotta da Biogen e Sage Therapeutics.

il nuovo farmaco per curare la depressione post partum
I risultati dello studio sono sorprendenti -galleriaborghese.it

Si tratta di un farmaco che aiuta le pazienti in questa fase. Si consiglia, in ogni caso, di affiancare un percorso di psicoterapia in quanto la depressine post partum è un disturbo pericoloso. Tiffany R. Farchione, direttrice della divisione di Psichiatria del Centro di valutazione e ricerca sui farmaci della Fda, l’ha definita una condizione grave che può mettere in pericolo le donne.

Le neomamme provano tristezza, senso di colpa e inutilità, possono arrivare a pensare di farsi del male o di fare del male al bambino. La malattia va a interrompere il legame che generalmente viene instaurato tra mamma e figlio. Questo nuovo farmaco, la Zurzuvae, può essere la cura. Si prende una volta al giorno per 14 giorni e serve per aumentare il livello di progesterone, che incrementa durante la gravidanza e diminuisce bruscamente subito dopo.

Questo potrebbe causare la depressione post partum. Ovviamente, come per tutti i farmaci, bisogna assumere la pillola con prudenza in quanto impatta sulla capacità di guidare favorendo sonnolenza, vertigini, ma anche diarrea, raffreddamento e raffreddore. Può inoltre causare pensieri e comportamenti suicidi.

Gestione cookie