Datore di lavoro che non rispetta la legge? Fai una denuncia anonima e lo inchiodi

Stanchi dei comportamenti illegali del vostro datore di lavoro? Potete inviare una denuncia anonima senza rischiare ripercussioni.

L’Ispettorato del Lavoro accoglie le istanze dei lavoratori che denunciano il proprio datore. Le lettere dovranno rispettare, però, alcune indicazioni.

Come fare una denuncia anonima al datore di lavoro
Denunciare il datore di lavoro in anonimato Galleriaborghese.it

Il luogo di lavoro può diventare un inferno a causa del datore di lavoro oppure dei colleghi. Reagire alle ingiustizie non è semplice soprattutto per paura di un licenziamento o di ripercussioni che renderebbero la vita lavorativa peggiore di quanto già non lo sia.

Il dipendente para i colpi, cade e si rialza stringendo i denti ma secondo la Legge non è costretto a subire o adattarsi ai comportamenti illegali del datore di lavoro. L’Ispettorato del Lavoro esiste proprio per tutelare i lavoratori dipendenti. L’Agenzia Governativa, infatti, ha il compito di vigilare verificando la regolarità delle assunzioni e il rispetto della normativa in materia di sicurezza, previdenza, retribuzione e così via. Il lavoratore stanco di una situazione irregolare può segnalare il fatto all’Ispettorato del lavoro anche in anonimato.

Come denunciare anche in anonimo gli abusi del datore di lavoro

Chiunque può inoltrare una denuncia all’Ispettorato del Lavoro dopo aver riscontrato irregolarità. Il dipendente, nello specifico, può compilare il modulo di richiesta di intervento ispettivo reperibile sul sito dell’Agenzia. In questo caso, però, la segnalazione è nominativa dovendola inviare tramite raccomandata A/R.

Segnalazione anonima all'Ispettorato del Lavoro
Come inviare la segnalazione anonima Galleriaborghese.it

Chi volesse agire in anonimato potrebbe agire in modo diverso con una segnalazione non firmata ma deve sapere che per Legge la denuncia anonima non obbliga l’Agenzia ad intervenire. Fondamentalmente la segnalazione anonima è priva di valore. Per convincere l’Ispettorato del Lavoro ad agire sarà necessario che la segnalazione sia molto credibile e desti la curiosità dell’Agenzia Governativa. Si consiglia, dunque, di scrivere in modo preciso e dettagliato la denuncia, allegando foto, documenti, video.

Una volta raccolto il materiale incriminante per il datore di lavoro bisognerà spedirlo all’Ispettorato. Il modo migliore e anonimo è la Posta ordinaria o prioritaria. Si potrà imbucare nella cassetta delle lettere o consegnarla presso un Ufficio Postale. Una via semplice, anonima ma efficace. Non ci sarà alcuna traccia del mittente ma, se ben costruita, la denuncia potrebbe ugualmente far scattare i controlli.

L’Agenzia procederebbe con l’ascolto dei dipendenti e del datore di lavoro stesso, avrebbe accesso ai locali aziendali per esaminare la documentazione e verificare l’assolvimento degli obblighi. Se nonostante questo l’Ispettorato del lavoro non dovesse prendere seriamente la segnalazione, l’unica cosa che resta da fare è denunciare apertamente.

Impostazioni privacy