Cristina Seymandi, tutto sull’ex compagna di Massimo Segre (e un retroscena sconosciuto)

In Italia non si parla d’altro che del caso Seymandi-Segre. Ma chi è la donna accusata dall’ex fidanzato pubblicamente di averlo tradito? Ecco tutto quello che sappiamo su di lei. 

In questi giorni non si parla di altri argomenti che dello scandalo causato da Massimo Segre, noto imprenditore e banchiere, che ha voluto punire pubblicamente la sua ormai ex fidanzata riunendo 150 amici e parenti a una festa pubblica e spiegando di non volerla più sposare per i suoi presunti tradimenti. La notizia, con il video, è diventata virale e ha scatenato un grande scandalo, che la stessa vittima, Cristina Seymandi, ha definito “violenza sessista”.

Cristina Seymandi, chi è e cosa fa
Chi è Cristina Seymandi? Ecco cosa sappiamo di lei (Ansa) – galleriaborghese.it

La donna, che ancora non ha sporto denuncia, si è ritenuta vittima di un abuso da parte del suo influente ex fidanzato, come ha anche dichiarato l’avvocato antiviolenza Clarice Carassi, parlando di “perfetta esemplicifazione della cultura sessista che si serve della mortificazione e del pregiudizio per stigmatizzare le condotte, le scelte e l’autodeterminazione delle donne”, in un Paese dove gli episodi sessisti e le violenze contro le donne sono quasi quotidiani.

Chi è Cristina Seymandi e qual è il retroscena sconosciuto sul suo passato

Di Cristina Seymandi si sa poco, se non per la storia dello scandalo torinese alla festa di fidanzamento avvenuta pochi giorni fa. La donna, 47enne, non era solo la fidanzata di un noto banchiere, ma ricopre incarichi molto importanti nel capoluogo del Piemonte. Infatti, ha un curriculum piuttosto rilevante e contatti con politici locali.

Lo scandalo di Massimo Segre al party di fidanzamento
Cristina Seymandi ha attirato l’attenzione degli utenti dopo lo scandalo diventato virale (Ansa) – galleriaborghese.it

Figlia di un noto commercialista di Torino, è stata collaboratrice dell’allora sindaca Chiara Appendino e poi di Paolo Damilano. La Seymandi ha ricoperto anche diversi ruoli manageriali all’interno di aziende della città. La politica e l’imprenditoria sono, infatti, due passioni per la 47enne e questo lo dimostra perfettamente il suo curriculum politico e lavorativo.

Oggi Cristina Seymandi è amministratrice delegata e proprietaria all’80% delle quote di Savio, azienda di oltre 150 dipendenti molto legata a Massimo Segre. Nel suo passato non molto lontano, come detto precedentemente, si occupava di politica ed emerge un retroscena molto interessante. I suoi rivali politici l’accusarono infatti di studiare “da sindaca” e di voler fare carriera come prima cittadina, passando per la stretta collaborazione, prima con l’ex sindaca Chiara Appendino e poi con il candidato Paolo Damilano.

Come riporta anche il quotidiano il Corriere, però, questa possibilità non le è stata data causa del Movimento 5 Stelle che non le ha concesso di candidarsi. Non glielo hanno chiesto, precisamente. Cristina Seymandi ha lasciato la politica dopo aver preso solo 318 voti come candidata consigliera comunale. Una possibilità sfumata, che l’ha portata a impegnarsi soltanto come imprenditrice.

Impostazioni privacy