Controlla gli emoji che il tuo partner utilizza e non sottovalutare questi campanelli d’allarme

Se doveste trovarvi per caso con il telefono del vostro partner in mano o state nutrendo qualche sospetto, le emoticon che usa possono essere utili indizi.

Molti lo definiscono un bene, altri un male, però chiunque può trovarsi d’accordo su un fatto da cui non si può prescindere: il progresso della tecnologia ha cambiato in maniera del tutto radicale le nostre vite. Se tanti aspetti sono stati migliorati, come il lavoro, l’economia, i trasporti, un discorso decisamente a parte andrebbe fatto invece per quanto concerne la comunicazione digitale. Perché si chiama così? Il motivo semplice. Perché si comunica attraverso un schermo.

Emoji, i campanelli d'allarme
Se il tuo partner usa questi emoji, attenzione – galleriaborghese.it

Oggi, dunque, la comunicazione verbale e fatta anche attraverso segni del nostro corpo è stata praticamente quasi del tutto azzerata o comunque ridotta ai minimi termini. Questo non fa che allontanare le persone, anche se all’apparenza ciò può sembrare un paradosso, perché questi mezzi informatici sono stati ideati proprio per avvicinare e diminuire le distanze tra chi si contatta.

Il problema, però, sorge quando si deve scrivere sulla tastiera di un telefono, perché in questi casi si verifica spesso un fenomeno strano: si usano sempre meno le parole e si mandano delle emoticon. Ma ecco che cosa bisognerebbe sapere e a cosa dovremmo prestare attenzione.

Quali sono le emoji così dette “sospette” del nostro partner da controllare?

Il problema forse più difficile da combattere riguardo alle emoticons sta nel fatto che queste possono facilmente prendere il posto delle parole, e le persone troppo spesso riescono ad eludere le conversazioni, cercano di chiudere una chat scomoda o imbarazzante con una di queste faccette ambigue.

Emoji, i campanelli d'allarme
I campanelli d’allarme da non sottovalutare – galleriaborghese.it

Al riguardo, infatti, bisogna prestare molta attenzione quando notiamo che il nostro partner, quando parla non noi, evita di fare discorsi o di dire ciò che pensa e risponde un po’ troppo spesso con emoticon dal significato doppio, come per esempio il classico pollice alzato che viene inviato molo di frequente, o la faccina con gli occhi alzati al cielo, oppure ancora quella che fa spallucce.

Allo stesso modo, se il nostro partner manda troppe faccine che potrebbero essere interpretate in modo minaccioso o erotico ad un’altra persona, come il diavoletto viola, dobbiamo rilevarlo e chiedere spiegazioni al nostro compagno sul significato che intendeva dare con quel segno. Evitiamo e facciamo, quindi, in modo che chi ci sta accanto non possa rendersi vago e ambiguo, ma affrontiamolo sempre con coraggio e sincerità e anche la nostra relazione ne trarrà benefici.

Impostazioni privacy