Come affrontare al meglio il “Back to work”: i consigli dell’esperta

Il “Back to work” può essere difficile da affrontare, ma grazie ai consigli dell’esperta sarà un gioco da ragazzi. Ecco tutto ciò che c’è da sapere per superare al meglio il rientro dalle vacanze.

In tantissimi stanno oramai lasciando le località di villeggiatura per fare rientro in città. La ripresa della solita routine però può essere vissuta in maniera particolarmente negativa e dare vita ad una serie di sintomi piuttosto seri che devono essere prevenuti o, comunque, contrastati in maniera efficace.

Back to work, consigli su come affrontarlo al meglio
Affrontare al meglio il “Back to work” è possibile – galleriaborghese.it

Ciò detto, di seguito vi sveliamo tutto ciò che c’è da sapere per affrontare al meglio il “Back to work” e ciò che solitamente è definito “post vacation blues” dagli anglosassoni. Si tratta di una condizione piuttosto diffusa dal momento che affligge tantissime persone. Ecco come intervenire.

Back to work: come affrontarlo al meglio

In molti si domandano quale sia il segreto per affrontare al meglio il “Back to work”, che spesso può dare vita ad una sensazione di malessere piuttosto importante. In particolare, si può assistere all’insorgere di una vera e propria sindrome da rientro, chiamata “post vacation blues” dagli anglosassoni.

Nello specifico, è importante sottolineare che non si tratta di una patologia in senso stretto, quanto di una condizione che interessa la sfera psicologica. Secondo gli esperti, tende ad esaurirsi nel giro di qualche settimana e rende difficile lo svolgimento delle attività quotidiane e lavorative. I sintomi possono essere molteplici, tra cui stordimento, stanchezza, scarsa concentrazione, dolori muscolari o ancora emicranie.

Back to work, ecco come affrontarlo al meglio
Dover tornare a lavoro può essere fonte di malessere per molti – galleriaborghese.it

Non solo, a causa della preoccupazione per il ritorno al lavoro, si può andare incontro a stati d’ansia e stress che finiscono per aumentare l’irritabilità e il nervosismo Ciò detto, per evitare che si verifichi la condizione in esame possono tornare utili i consigli della psicoterapeuta e clinical director del servizio di psicologia online Unobravo, Valeria Fiorenza Perris. Tanto per cominciare, l’esperta consiglia di prestare la giusta attenzione al sonno e all’alimentazione.

È importante, infatti, riprendere un ritmo sonno-veglia più regolare ed evitare di consumare alimenti particolarmente ricchi di grassi. Oltre a ciò, l’esperta consiglia di concedersi ancora qualche giorno di ferie una volta rientrati dalle vacanze e dunque di non immergersi subito nella routine abituale. In questo modo infatti sarà possibile prepararsi con maggiore tranquillità alla ripresa delle vecchie abitudini. Anche per questo è importante ritagliarsi degli spazi per sé svolgendo attività appaganti, che ci fanno stare bene.

Da non sottovalutare, infine, sono i benefici derivanti dal praticare attività all’aria aperta. Una semplice passeggiata immersi nella natura o anche una gita al mare sono in grado di apportare benefici davvero incredibili. Questi riguardano la sfera emotiva e psicologica dal momento che aiutano a sentirsi meno stressati e più sereni.

Impostazioni privacy