Combatti l’ansia con l’immaginazione: tutte le tensioni della giornata svaniranno in un attimo

Sapete che l’ansia si può combattere con l’immaginazione? Basta conoscere gli esercizi giusti da praticare per allontanare preoccupazioni e paure.

La distensione immaginativa è il rimedio della psicoterapia all’ansia. Vediamo come funziona e come può aiutare a ritrovare il benessere psichico.

Come combattere l'ansia
Il metodo creativo per combattere l’ansia Galleriaborghese.it

Si indica con il termina “ansia” la reazione anticipatoria caratterizzata da apprensione, paura, preoccupazione, tensione psicofisica davanti ad uno stimolo o ad un ipotetico evento futuro negativo. L’ansia crea disagio e timori, dunque, prima ancora che qualcosa accada e senza sapere se succederà realmente.

Chi soffre di ansia tende a dirottare i pensieri su problemi da risolvere che non si sono manifestati. Si preoccupa di qualcosa di ipotetico e condizionale dalle caratteristiche principalmente negative. Ma non è detto che l’ansia sia necessariamente uno stato emotivo negativo. Esiste anche l’ansia “buona”, quella che fa stare in allerta, che permette di adattarsi e di predisporsi ad affrontare alcune situazioni. Ma quando perdura oltre lo stimolo allora può diventare un vero e proprio disturbo che fa peggiorare la qualità della vita. Come gestirla?

L’immaginazione può combattere l’ansia, in che modo?

Generalmente le persone che soffrono di ansia sono molto razionali e logiche. Si concentrano sui problemi, sulle possibilità negative e non riescono a vedere oltre le emozioni negative. Eppure secondo la psichiatria perdere la capacità immaginativa porta ad ammalarsi.

Come combattere l'ansia
Come combattere l’ansia Galleriaborghese.it

L’uomo ha bisogno sia della parte razionale che di quella creativa. Due piatti della stessa bilancia che devono stare in equilibrio. Di conseguenza quando l’ansia legata alla razionalità sta divorando l’animo è il momento di usare la distensione immaginativa per liberarsi dalle tensioni fisiche e psicologiche utilizzando la creatività.

La distensione immaginativa, dunque, è una tecnica di rilassamento che si può fare in casa, lontani dal momento in cui si va a dormine, al bisogno oppure quando ci si sente abbastanza tranquilli. Prevede di sdraiarsi oppure di restare seduti appoggiando la testa ad un cuscino. Poi si devono chiudere gli occhi e respirare normalmente.

Una volta che ci si sente comodi bisogna orientare la mente sulla testa, sulle spalle, sulle braccia per poi scendere fino alle natiche, alle cosce, ai polpacci e al tallone. A questo punto inizia a contrarre lentamente le gambe fino a raggiungere la massima contrazione, conta fino a tre e rilassa le gambe. Attendi un momento senza fare nulla contando fino a cinque ripetendo “non devo fare nulla”.

Poi manda indietro le spalle lentamente fino al massimo possibile, tieni la posizione e poi rilascia. Rimani senza fare nulla. Passa alla testa, prima spingendo all’indietro e poi rilasciandola senza fare nulla e infine con le braccia alzandole di 15 cm circa. Respira profondamente e lentamente e percepisci tutto il corpo. Avrai liberato la mente dai cattivi pensieri.

Impostazioni privacy