Cipolla: anche tu hai sempre buttato le bucce? Non lo fare sono oro se le utilizzi in questo modo

Perché butti le bucce della cipolla dopo averla utilizzata? E’ davvero utile in questo caso. Scopriamo come utilizzarla!

Tutti noi in casa abbiamo delle cipolle, come le patate. Sono alimenti che è impossibile non avere perché super versatili. Se li uniamo insieme riusciamo anche a servire una cena perfetta. Ma sai che quello che viene considerato scarto in realtà non lo è?

Cipolla utilizzo che non ti aspetti
Cipolla: anche tu hai sempre buttato le bucce? Non lo fare sono oro-Galleriaborghese.it

Si perché una volta che abbiamo utilizzato le cipolle ci restano le bucce che buttiamo nell’umido. Siamo certi che da questo momento in poi non accadrà più. Il motivo? Sono perfette per realizzare un qualcosa di miracoloso. Sei curiosa di scoprire a cosa ci riferiamo? Prosegui nella lettura.

Cipolle: non lo fare così sono ottime

La natura ci offre mille prodotti che possiamo mangiare ed utilizzare anche per le nostre faccende di tutti i giorni. Un’esempio è il limone. Quante volte lo abbiamo utilizzato per sbiancare? Ma sai che c’è qualcosa di molto particolare che può essere davvero utile? Parliamo della cipolla.

Ma come mai può valere oro? Per le sue incredibile proprietà. E’ ricchissima di ferro, acido folico, potassio, vitamina C ecco perché ci fa così bene ma non solamente a noi, anche alle piante. In modo particolare tutte queste proprietà si trovano nelle bucce.

piante cipolla
Come rendere perfette le piante con le cipolle-Galleriaborghese.it

Per utilizzarle  però ci servirà fare un infuso. Non è assolutamente difficile, anzi. Lo utilizzeremo per innaffiare le piante e diventeranno subito più rigogliose. Possiamo utilizzarlo anche per pulirle, in questo modo risulteranno subito super luminose e verdissime.

Quindi, prendiamo le bucce delle cipolle che abbiamo utilizzato ed accumuliamone un pochino. Poi mettiamo su un po’ di acqua che faremmo scaldare. Adesso uniamo le bucce di cipolla e lasciamo tornare a bollore. Spengiamo il tutto e lasciamo in infusione per circa 2 ore.

Prima di utilizzarla filtriamola e con il liquido che abbiamo mettiamolo dentro un contenitore spray. Ecco quindi che il nostro prodotto è pronto per le piante. Possiamo nebulizzarlo sulla pianta oppure versarne un po’ nel vaso per farla tornare a splendere. Come avete visto con quello che sembrava uno scarto abbiamo realizzato qualcosa di molto speciale ed utile per le nostre piante. Non male vero?

Troviamo sempre il modo per non sprecare nulla. Così facendo possiamo anche risparmiare molti soldi in prodotti che non servono.  Puoi anche leggere Unisci un po’ di dentifricio ad una cipolla a pezzi e usalo così: questo trucchetto ti svolterà la vita

Impostazioni privacy