Ci sono almeno 5 abitudini che a lungo andare potrebbero farti perdere la memoria: conoscerle per eliminarle

Avere una scarsa memoria potrebbe essere il frutto di 5 abitudini particolarmente deleterie in tal senso. Scopriamo insieme quali sono.

Sono tante le persone che si ritrovano ad avere una scarsa memoria che finisce per causare una serie di problemi particolarmente fastidiosi. Spesso, infatti, delle doti mnemoniche poco marcate possono influenzare in maniera negativa la vita quotidiana e per questo è bene correre ai ripari.

Perdere la memoria, le abitudini da evitare
La perdita di memoria può essere favorita da queste cattive abitudini – galleriaborghese.it

In particolare, può essere utile sapere che ci sono 5 abitudini che a lungo andare potrebbero farvi perdere la memoria. Di seguito andremo a svelarvi quali sono in modo tale da potersene sbarazzare. Si tratta, chiaramente, di informazioni particolarmente utili che vi consentiranno di dire addio ai problemi connessi ad una scarsa memoria.

Abitudini che fanno perdere la memoria, ecco quali sono

Molte persone sottovalutano l’importanza di adottare buone abitudini per mantenere una buona capacità mnemonica. A tal proposito, infatti, spesso si finisce per lasciarsi andare a comportamenti che, a lungo andare, possono intaccare in maniera negativa le proprie abilità mnemoniche, con tutte le conseguenze del caso sulla qualità della vita.

In particolare, è il caso di dire che ve ne sono 5 che, più di tutte, possono causare difficoltà e perdita di memoria. Si tratta di cattive abitudini particolarmente diffuse di cui in pochi conoscono le reali conseguenze. Tanto per cominciare, la prima consuetudine potenzialmente pericolosa consiste nel dormire poco o niente. Gli esperti, a tal proposito, consigliano di concedersi almeno 7, 8 ore di sonno per consentire al corpo e al cervello di processare i ricordi e consolidarli.

Perdita di memoria, le abitudini da evitare
L’insonnia può causare una scarsa memoria – galleriaborghese.it

Mentre si dorme, infatti, si verifica un vero e proprio processo di memorizzazione e per questo non riposarsi a sufficienza può avere pesanti ripercussioni al riguardo. Non solo, una scarsa memoria potrebbe essere connessa a stati d’ansia piuttosto importanti. Lo stress, difatti, può comprometterla in modo impressionante, così come preoccupazioni costanti. Si tratta, in particolare, di sensazioni spiacevoli che finiscono per favorire la produzione di ormoni che non fanno altro che peggiorare il proprio stato.

È il caso, ad esempio, dell’adrenalina e del cortisolo. Quest’ultimo, nello specifico, è detto anche ormone dello stress che determina un incremento di grassi nel sangue, spingendo l’organismo a richiedere più energia. Tra le cattive abitudini da evitare ci sono poi l’alcol e il fumo, dal momento che possono provocare diversi danni all’organismo. Tra i vari, ci sono alterazioni del sistema nervoso, con importante perdita di memoria,  dell’apparato cardiocircolatorio e dell’apparato digerente.

Gli esperti inoltre sconsigliano di praticare poca attività fisica. Svolgere con regolarità esercizi di resistenza può favorire la crescita di nuovi neuroni, migliorando la memoria. In ultima analisi, bisogna evitare di concedere poco tempo allo svago. Una vita ricca di impegni e particolarmente abitudinaria, difatti, può essere deleteria per la memoria. Meglio piuttosto favorire il processo di rilassamento dedicandosi ad attività rilassanti, che aumentano il benessere psichico.

Impostazioni privacy