Che cos’è e come funziona la truffa del macellaio: nuovo pericolo arrivato anche in Italia

Truffa del macellaio, di che cosa si tratta. Il nuovo raggiro che si sta diffondendo anche in Italia. I dettagli.

Le modalità di truffa e raggiro ai danni di utenti della rete sono numerose e tutte molto pericolose. Se le tecniche possono cambiare di volta in volta, l’obiettivo resta sempre lo stesso: svuotare conti e depositi delle vittime. Uno dei sistemi più pericolosi per i navigatori di internet è senza dubbio il phishing. Questo consiste nell’invio alla vittima di una falsa mail o di un messaggio del tutto verosimile di un ente o un istituto, come una banca, con la richiesta di collegarsi con siti e pagine web.

truffa del macellaio,, promessa di facili guadagni
Truffa del macellaio, in che cosa consiste (galleriaborghese.it)

Lo scopo è ottenere informazioni riservate di conti correnti, carte di debito o credito e depositi. I malcapitati sono indotti a connettersi e a seguire le istruzioni, ma così facendo, involontariamente forniscono password e codici di sicurezza che rendono vulnerabili i loro risparmi. La tecnica che si sta diffondendo in Italia, funziona in modo analogo, giocando sulla buona fede delle vittime.

Truffa del macellaio, in che cosa consiste

Questo raggiro funziona come per la macellazione degli animali, i truffatori conquistano la fiducia delle vittime, li convincono a investire in criptovaluta su piattaforme di trading fittizie e spariscono con i loro risparmi. Le esche ai malcapitati sono lanciate sui social o su siti di appuntamenti.

truffa del macellaio, investimenti in criptovaluta fittizi
Truffa del macellaio, fiducia carpita dai criminali (galleriaborghese.it)

I criminali contattano direttamente le vittime con messaggi e mail, lavorando per settimane o mesi per convincerli della loro buone intenzione. Si presentano come persone di successo che vogliono semplicemente condividere i loro sistemi per fare fortuna. Una volta stabilito un rapporto di fiducia, convincono le vittime a fare un primo un piccolo investimento. Di solito, questo primo approccio funziona bene e le persone coinvolte riescono ad avere guadagni ridotti ma interessanti.

Non sanno che la piattaforma indicata dai criminali è gestita direttamente da questi ultimi e il loro guadagno immediato fa parte della truffa. Inizia una sorta di relazione nella quale i malcapitati sono indotti a incrementare gli investimenti, con aumenti lenti, ma costanti del loro saldo sulla piattaforma. In un determinano momento però, iniziano le pressioni per investimenti sempre più ingenti con la scusa che le possibilità di guadagno stanno per crescere improvvisamente. La vittima procede con forti somme, cadendo nella trappola.

Se all’inizio era possibile ritirare i guadagni ottenuti, ora non è più possibile. La piattaforma anzi scompare dal web così come i truffatori. Quindi bisogna restare molta attenzione a chi promette fortune con approcci troppo personali e confidenziali fin dalle prime battute. Un truffatore raramente accetta un appuntamento, è lui a dettare i tempi dell’operazione, con investimenti semplici e molto redditizi in criptovalute per esempio.

Se si scopre un raggiro occorre segnalare immediatamente il fatto alle autorità, indicando il sito malevolo e cambiando le proprie password codici di sicurezza di conti correnti, carte e depositi bancari al più presto.

Impostazioni privacy