Cedolino di gennaio, potrebbe esserci un errore importante: ecco cosa verificare e quando fare ricorso

Cedolino di gennaio: attenzione a possibili errori rilevanti. Scopri cosa verificare e quando presentare un ricorso per correggere eventuali incongruenze nel tuo assegno pensionistico.

Scoprite le ultime novità sulla vostra pensione di gennaio 2024! L’INPS ha reso disponibile online il cedolino, e noi vi diciamo come accedervi con semplici passaggi. Basta un clic sul portale web dell’Istituto di Previdenza, e potrete consultare il vostro cedolino anche dal vostro smartphone tramite un’app dedicata. L’autenticazione avviene con le vostre credenziali personali, che siano SPID, CIE o CNS. Seguite il percorso “Tutti i Servizi” – “Cedolino Pensione” e scoprite tutte le novità che il 2024 ha in serbo per voi!

Guida passo-passo alla verifica del cedolino
Un’immersione nei dettagli del cedolino del nuovo anno – galleriaborghese.it

Gennaio porta con sé un aumento dell’assegno pensionistico del 5,4%, adeguato all’inflazione. Ma le sorprese non finiscono qui. L’aumento al 100% si applica agli assegni sotto i 2.272 euro lordi mensili, ma attenzione, perché ci sono scaglioni per gli importi superiori. Se il vostro assegno è tra 4 e 5 volte il minimo, l’indicizzazione sarà dell’85%, e così via. Il minimo pensionistico salirà a 598,61 euro, con una super-rivalutazione per chi ha più di 75 anni, e l’assegno sociale raggiungerà gli 534,40 euro.

Pensioni di gennaio 2024: quando arrivano

Ma quando arriva la tanto attesa pensione di gennaio 2024? Il pagamento inizia il 3 gennaio. Se infatti il 1° è festivo, slitta al primo giorno lavorativo successivo, che è il 3 gennaio. Attenzione a non perdere la data giusta per il vostro cognome, perché gli uffici postali seguono un calendario ordinato.

cedolino gennaio cosa controllare subito
Gennaio 2024: svelati i rischi nascosti nel tuo cedolino – galleriaborghese.it

E per chi sta pensando alla pensione nel 2024, ci sono novità interessanti. La riforma pensioni della Manovra 2024 ridefinisce i requisiti per la flessibilità in uscita e le formule ordinarie. Ma niente paura, vi spieghiamo tutto: 20 anni di contributi e 67 anni di età per la pensione di vecchiaia.

E se siete nel sistema contributivo, l’importo soglia è pari all’assegno sociale, che nel 2024 è di 534,40 euro. E le deroghe? Restano attive alcune deroghe ai requisiti ordinari, come la pensione per mansioni gravose e la pensione quindicenni Legge Amato. La pensione anticipata è ancora possibile con 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

E attenzione, l’Opzione Donna è ancora in gioco, ma con qualche modifica. Insomma, il 2024 porta con sé una serie di cambiamenti, ma niente paura, siamo qui per tenervi aggiornati su tutto ciò che riguarda la vostra pensione.

Impostazioni privacy