Carolina Marconi, piangono tutti: il gesto inaspettato del compagno Alessandro

Carolina Marconi ha avuto parole dolcissime nei confronti del compagno Alessandro, ancora adesso non può che essergli riconoscente per un gesto fatto per lei davvero fondamentale.

Carolina Marconi si è fatta conoscere per avere partecipato al “Grande Fratello” nel 2004, edizione poi vinta da Serena Garitta. Esperienza che ha poi ripetuto un anno fa, ma nella versione “Vip”, anche se per lei la permanenza ha avuto breve durata. Questa è stata l’occasione per lei per fare conoscere lati ancora meno noti di sé. Anche se da sempre ama parlare con i suoi fan anche attraverso il suo profilo Instagram, che considera una valvola di sfogo.

Carolina Marconi gesto fidanzato Alessandro
Carolina Marconi ha raccontato con trasparenza la malattia – Foto | Mediaset Infinity – Galleriaborghese.it

Lei ha infatti parlato apertamente del tumore al seno che le era stato diagnosticato in maniera inaspettata, proprio quando si stava sottoponendo ai controlli di rito per avere una gravidanza. Ormai da tempo, infatti, lei è legata ad Alessandro Tulli e desiderava consolidare questo rapporto con un bambino. Se possibile, in questa fase così difficile della sua vita ha capito ancora di più quanto lui la ami.

Carolina Marconi e il grande amore per il fidanzato Alessandro

Si sottolinea spesso come sia proprio nei momenti più difficili in cui si capisce quanto sia forte il sentimento che lega due persone. Non sono pochi gli adulti che si rivelano pavidi e che scappano anche di fronte al minimo problema. Sapere che il proprio compagno/a è malato può generare non poca preoccupazione, sarebbe importante dimostrarsi più forti e non fare vedere la paura e le sofferenze che si provano. Solo in questo modo chi deve affrontare un lungo cammino di terapie riuscirà a non arrendersi, nonostante a volte possa essere quasi naturale.

Carolina Marconi gesto fidanzato Alessandro
La perdita dei capelli non è stata semplice da accettare per Carolina Marconi – Foto | Mediaset Inifnity – Galleriaborghese.it

Questo è quello che è accaduto a Carolina Marconi, che ha raccontato costantemente ai suoi follower quanto fosse pesante sapere di avere un tumore, scoperto proprio quando lei si sentiva pronta a diventare mamma. Uno dei momenti più difficili è stato certamente quello in cui è stata costretta a rasarsi i capelli, ben sapendo che li avrebbe poi persi a causa della terapia (lei ci scherzava su e si definiva “pelatina”), ma senza il suo compagno Alessandro sarebbe stato difficile accettare il cambiamento del suo aspetto.

Alessandro non è stato importante, è stato fondamentale – ha detto lei al settimanale ‘Diva e Donna’ -. Non mi ha lasciata sola un secondo, mi ha accompagnata a ogni visita, è stato ad attendere ore seduto solo su una sedia tra corsie e ospedali. Ha sofferto tanto, vedevo i suoi occhi rossi, piangeva, ma lo ha fatto sempre in silenzio per dare forza a me, sempre con il suo fare positivo. Mi ha fatto sempre sentire bella e amata anche quando ero senza capelli e nei momenti no. Se mi chiedete cos’è l’amore vero, per me è questo”.

Un nuovo sogno da realizzare

Scoprire di avere un tumore, nonostante i progressi fatti dalla medicina, non può che fare ancora paura. Nelle donne, però, le sensazioni diventano ancora più forti, ben sapendo di dover quasi sicuramente perdere i capelli a causa della chemioterapia. Il timore di non riconoscersi più non può che essere altissimo. Ed è anche per questo che Carolina Marconi è grata al compagno per quanto fatto nei mesi passati.

Carolina Marconi gesto fidanzato Alessandro
Carolina Marconi e il fidanzato Alessandro Tulli sono stati unitissimi durante la malattia di lei – Foto | Mediaset Inifnity – Galleriaborghese.it

Ora che il peggio sembra alle spalle i due hanno un desiderio che vorrebbero esaudire al più presto, anche se le difficoltà non mancano: “Io sogno di diventare mamma – ha detto ancora -. Ora sono zia dei nostri nipotini, i loro genitori ce li lasciano spesso e siamo felici. Però vorrei per me e Alessandro una famiglia nostra, un bambino nostro o adottato non importa”.

Gli ostacoli da superare sono tanti: “Le strade sono due: ora proseguono i controlli, ogni sei mesi ecografia e mammografia, ogni anno la Tac. Per restare incinta dovrei interrompere le cure di mantenimento, sarebbe rischioso ma si potrebbe fare. L’altra strada è l’adozione, ma è difficile perché ho avuto un tumore”.

L’ex gieffina si augura possa passare la legge per l’oblio oncologico, per cui si sta battendo da tempo e che per ora rappresenta un intralcio non da poco. Non a caso, chi è stato malato non può avere nemmeno un mutuo o un’assicurazione.

Impostazioni privacy