Canone RAI: finalmente non sei più obbligato a pagarlo | Cambia tutto e devi approfittarne

Nel 2023 sono previsti importanti cambiamenti che riguardano il canone RAI. Ecco cosa sapere per non pagarlo più.

Molte sono le tasse che gli italiani devono pagare. Tra queste c’è il canone RAI che attualmente è inserito nella bolletta dell’energia elettrica.

È possibile non pagare il canone
Esenzione canone Rai: ecco come ottenerla – galleriaborghese.it

Le regole normative sono disciplinate dal Regio decreto legge numero 246 del 21 febbraio 1938, poi convertito nella legge numero 880 del 4 giugno 1938. La tassa deve essere pagata obbligatoriamente da chiunque abbia un apparecchio televisivo, a prescindere dall’utilizzo dell’apparecchio o dalla scelta delle emittenti.

Ciò significa che la tassa è dovuta per il possesso del televisore ed è per questo che si applica in automatico a tutti coloro che attivano un contratto per la bolletta elettrica. Però, sono in molti a non sapere che esistono delle eccezioni al pagamento di questa tassa, ovvero alcuni cittadini possono chiedere l’esenzione del canone RAI. Scopriamo a chi spetta e come ottenerla.

Ecco a chi spetta l’esenzione dal canone RAI

Anche se il canone RAI è una tassa obbligatoria, ci sono alcune categorie di cittadini che possono chiedere l’esenzione dal pagamento. Per avere informazioni precise in merito i cittadini possono rivolgersi all’Agenzia delle Entrate che mette a disposizione sul proprio sito guide e tutorial.

Per ottenere l’esenzione dal canone RAI i cittadini interessati devono presentare un’apposita richiesta di esonero, ossia una “dichiarazione sostitutiva di non detenzione”. Il modulo è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In genere, la dichiarazione per avere effetto per tutto l’anno deve essere presentata entro il 31 gennaio (esonero totale).

Categorie di cittadini esonero canone RAI
Ecco a chi spetta l’esenzione canone RAI – galleriaborghese.it

Invece, le domande presente dal 1° febbraio al 30 giugno hanno effetto solo per il semestre luglio-dicembre (esonero parziale). Attenzione però: l’esenzione per aver effetto deve essere presentata ogni anno. Inoltre, il richiedente non deve possedere apparecchi televisivi in nessuna delle abitazioni in cui è attivo un contratto di energia elettrica a suo nome. Ecco le categorie di cittadini che possono chiedere l’esenzione dal pagamento del canone RAI:

  • Gli anziani (oltre i 75 anni) con un reddito annuo inferiore a 8mila euro;
  • I diplomatici e i consoli, ma solo per quei Paesi in cui lo stesso trattamento è previsto per i diplomatici italiani;
  • I militari stranieri delle Forze Armate italiane, tranne nel caso in cui abitino in un appartamento situato all’interno della caserma militare. L’esonero è previsto anche per i militari cittadini stranieri appartenenti alle Forze Nato.

Anche i rivenditori e negozi in cui si riparano i televisori sono esonerati dal canone RAI e, tra l’latro, non devono presentare nessuna richiesta.

Impostazioni privacy