Brutte notizie per i clienti Disney+: arriva lo stop per la condivisione della password

Per i clienti Disney+ non ci sono buone notizie: il servizio streaming americano ha deciso di bloccare la condivisione della password.

Disney+ è uno dei servizi streaming video on demand più famosi al mondo, grazie alla sua piattaforma che distribuisce perlopiù film e serie tv prodotte dalla Walt Disney Studio e dalla Disney General Entertainment Content. In più, è possibile vedere anche le pellicole e le animazioni della Pixar, della Marvel, della National Geographic e molto altro ancora. Per la precisione, Disney+ è stato inaugurato il 12 novembre 2019 negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi Bassi.

Disne+ blocca la condivisione delle password
Brutte notizie per i clienti di Disney+: le password non potranno più essere condivide – galleriaborghese.it

Dopodiché, è sbarcato in Australia, in Nuova zelanda e a Porto Rico. In Europa, invece, è arrivato nel marzo 2020, mentre in India è stato attivato il mese successivo, cioè ad aprile. Infine, nel febbraio 2021 è giunto finalmente in molte zone dell’Asia, come ad esempio Singapore e la Thailandia.

Disney+ blocca la condivisione delle password

Recentemente, Netflix (che distribuisce film e serie tv in streaming via Internet) ha deciso di mettere un freno alle condivisioni delle password. Disney+ ha scelto di intraprendere lo stesso percorso dalla società californiana fondata nel 1997. Quindi, molti clienti dovranno aspettarsi il blocco della condivisione della password.

Disne+ blocca la condivisione delle password
Le nuove regole di Disney+ – galleriaborghese.it

E non solo: la società che fa parte del gruppo The Walt Disney Company potrà addirittura osservare l’utilizzo dell’account di ogni cliente, per verificare il rispetto delle regole. Qualora dovessero riscontrare delle incongruenze potrebbero persino limitare o chiudere l’account. Inoltre, il CEO Bob Iger ha affermato che l’azienda sta cercando dei metodi per analizzare costantemente tutti gli account, poiché tuttora c’è un numero elevato di clienti che condivide le password.

Ad ogni modo, la Disney possiede tutti i mezzi per poter controllare i vari accessi. Tuttavia, prima di cominciare ad agire bisogna esplorare i vari metodi da utilizzare in ogni paese, poiché ogni Stato ha le proprie leggi da rispettare. Infatti, Netflix ha passato un intero anno ad esplorare le varie modalità, prima di iniziare a bloccare effettivamente le condivisioni delle password negli Stati Uniti e in seguito negli altri paesi. In quest’ultimo caso, la società californiana ha scelto di limitare gli account in base all’indirizzo IP dell’utente.

Pertanto gli abbonati che desiderano aggiungere dei membri dovranno pagare un’ulteriore quota. Ma quali sono i risultati ottenuti da questa scelta? Secondo Netflix, queste nuove regole hanno portato addirittura degli abbonati in più rispetto al passato. Per quanto riguarda Disney+, il primo stop di condivisione della password sarà attuato in Canada da l 1° novembre. Infatti, i clienti canadesi hanno già ricevuto una mail, nella quale l’azienda spiega le nuove regole da rispettare.