Bonus viaggi di istruzione: tutti gli step per richiederlo e i requisiti necessari

Mancano ancora pochi giorni prima della scadenza per richiedere il bonus viaggi di istruzione. Scopriamo di cosa si tratta e come ottenerlo.

Il 2024 si aprire con un novità e un nuovo bonus dedicato agli studenti. Si tratta del bonus viaggi di istruzione, agevolazione per sostenere le famiglie con i figli che frequentano la scuola.

Bonus viaggi istruzione e gite scolastiche
Bonus viaggi di istruzione (galleriaborghese.it)

Ad anticipare la novità è stata la Nota numero 5419 del ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) pubblicato il 20 dicembre 2023. Il bonus è un sostegno economico per alleggerire le spese relative ai viaggi di istruzione. Spese che spesso possono essere molto elevate, soprattutto se nel nucleo familiare ci sono più figli che frequentano la scuola.

Scopriamo come richiedere l’agevolazione e quali requisiti devono possedere i beneficiari.

Viaggi di istruzione: c’è tempo fino al 15 febbraio per richiedere il bonus, bisogna fare presto

Il 15 febbraio 2024 scade la possibilità di richiedere il bonus viaggi di istruzione e visite tematiche, inclusi i programma di studi all’estero. Un’opportunità che le famiglie con figli che frequentano le scuole statali secondarie di secondo grado non possono perdere.

Agevolazione per gita scolastica e viaggi istruzione
Ecco come richiedere il bonus viaggi istruzione (galleriagborghese.it)

Per tale opportunità il ministero dell’Istruzione ha stanziato in totale 50 milioni di euro; però le risorse saranno suddivise tra le istituzioni scolastiche beneficiarie. Comunque, l’agevolazione sarà calcolata sulla base delle risorse disponibili e del numero dei beneficiari.

Tuttavia, le famiglie devono rispettare una determinata soglia ISEE, perché il bonus è rivolto ai nuclei familiari economicamente svantaggiati. Nello specifico, il bonus è destinato a chi ha un ISEE inferiore ai 5mila euro ed è importante aver già compilato la DSU e ottenuta l’ISEE 2024. Quindi, poiché manca meno di un mese alla scadenza e le risorse sono limitate, chi è interessato all’agevolazione deve inviare la domanda appena l’ISEE è disponibile.

Come si ottiene? Due sono i modi per richiedere il bonus per i viaggi di istruzione. Il primo è agire in autonomia utilizzando la piattaforma del ministero Unica; poi accedere alla propria area personale e compilare e inviare la domanda. Per chi ha più figli alle scuole superiori bisognerà compilare due domande per ciascuno di loro. Si ricorda che per accedere alla piattaforma sono necessarie o la password e lo username oppure le credenziali SPID, CIE e CNS.

Il secondo modo, soprattutto per chi ha poca dimestichezza con la tecnologia, è richiedere il supporto della segreteria della scuola.

Una volta inviata la domanda, l’INPS procederà alle dovute verifiche. In caso di esito positivo la famiglia avrà la possibilità di accedere alla copertura (parziale o totale in base all’agevolazione riconosciuta) delle spese necessarie per partecipare ai viaggi di istruzione e alle uscite scolastiche. Oppure, i genitori possono chiedere un rimborso delle spese sostenute dall’inizio dell’anno scolastico.

Impostazioni privacy