Bonus ristrutturazione bagno con 104: come ottenere le agevolazioni e quali documenti servono

Tutto sul bonus ristrutturazione bagno con la legge 104: guida completa alle agevolazioni e i documenti necessari per procedere.

Ristrutturare il bagno per renderlo accessibile alle persone con disabilità è senza dubbio un passo importante per ottenere un ambiente più inclusivo e funzionale, e grazie alla Legge 104 del 1989, è possibile godere di agevolazioni economiche per finanziare tali interventi.

Bonus ristrutturazione bagno con 104
Bonus Bagno – Galleriaborghese.it

Cerchiamo di capire allora com’è possibile ottenere questi preziosi aiuti economici e quali documenti specifici sono necessari per procedere.

Tutto sulle agevolazioni con la Legge 104 per la ristrutturazione del bagno

Le agevolazioni con Legge 104 per la ristrutturazione del bagno mirano ad eliminare le barriere architettoniche, consentendo l’installazione di ausili per persone diversamente abili, quali maniglioni, vasche a sportello e sanitari. Tali sostegni economici vengono erogati annualmente dalle diverse regioni, offrendo, tra le altre cose, anche la possibilità di beneficiare di un’IVA agevolata al 4%, con detrazioni fiscali che possono variare dal 19% al 50%, a seconda delle specifiche lavorazioni da eseguire.

come ottenere le agevolazioni e quali documenti servono
Come ottenere le agevolazioni e quali sono i documenti necessari – galleriaborghese.it

Per poter accedere alle agevolazioni, è essenziale che il bagno per disabili presenti alcune specifiche caratteristiche: la stanza deve essere sufficientemente ampia, con una porta larga a garanzia del passaggio agevole di sedie a rotelle, motorini elettrici, bastoni e stampelle. I sanitari devono essere posizionati in modo strategico, con il water ad un’altezza massima di 50 cm, il lavabo di 70 cm e il piatto doccia di 90 x 90 cm. Non solo: come anticipato, il bagno deve essere dotato di ausili appositamente progettati per chi ha problemi di mobilità, come maniglioni e dispositivi di supporto posizionati in modo opportuno.

  • I passaggi e i documenti necessari per ottenere le agevolazioni:

È necessario presentare una domanda al proprio Comune entro il 1° marzo di ogni anno, muniti delle seguenti documentazioni: 

  1. Un certificato medico che attesti la disabilità;
  2. Una descrizione dettagliata dei lavori da effettuare;
  3. La segnalazione degli ostacoli presenti nella struttura;
  4. L’indirizzo di residenza.

Inoltre, è sempre consigliabile inviare i suddetti documenti insieme alla richiesta di contributi prima dell’inizio dei lavori; una volta conclusa la ristrutturazione, sarà invece obbligatorio inviare le fatture e comunicare la fine dei lavori. Fatto questo, l’amministrazione comunale si occuperà di effettuare un sopralluogo per verificare le modifiche effettuate, calcolare il preventivo e approvare l’importo delle agevolazioni da erogare.

Ottenere le agevolazioni con Legge 104 per la ristrutturazione del bagno è certamente un processo che richiede un’attenta pianificazione, ma è di fondamentale importanza poiché contribuirà a migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, garantendo loro ambienti che siano accessibili e funzionali.

Impostazioni privacy