Bonus maternità di 1900 euro: accredito diretto dal Comune sul conto corrente

Il bonus maternità, pensato per dare una svolta al tasso di natalità che si fa sempre più basso in Italia, avrà un valore pari a 1900 euro. Ecco in che modo richiederlo e dove verrà depositato in seguito.

Nonostante numerosi incentivi siano stati rimossi e dedicati ad altre categorie, quelli destinati alle famiglie sono stati mantenuti. Lasciando tuttavia l’adempimento ai Comuni di riferimento. Uno di questi bonus è riportato proprio nel titolo, ed è quello della maternità. L’assegno ammonta a quasi 2.000 euro, e avrà decorrenza nel momento in cui si avranno dei figli in età di infanzia. Ovviamente serviranno dei requisiti ben precisi per potervi accedere, e saranno tutti riportati dalle autorità dedicate. Ma in che modo avverrà tutto ciò?

Come funziona il bonus di maternità
Bonus di maternità: l’accredito arriva direttamente dal Comune sul conto corrente – galleriaborghese.it

Questo bonus sarà valido anche per il 2023, in un periodo storico nel quale il tasso di natalità è piuttosto basso. Tali misure potrebbero favorire alla crescita di questo, facendo in modo che le nuove generazioni tornino a riaffiorare. Ma tornando all’argomento principale, il sussidio in questione durerà circa 5 mesi. E vista l’ingente cifra permetterà alle suddette famiglie di mantenere alte prospettive di crescita per i propri figli o per il proprio figlio. Le categorie principalmente coinvolte sono casalinghe, disoccupate e giovani madri.

Assegno di maternità, quali sono i requisiti necessari e in che modo presentare domanda

C’è dunque un requisito che riguarda il reddito, come spesso avviene per gli incentivi di competenza dell’Inps. La copertura ammonta a circa 5 mesi, e la richiesta dovrà essere presentata presso il proprio Comune di residenza. L’ISEE dovrà essere valido, ma non sarà affatto l’unico requisito. Per quanto concerne invece l’accoglienza della domanda, sarà proprio il Comune in questione a comportarsi di conseguenza.

Come funziona il bonus di maternità
In che modo presentare la domanda per il Bonus di maternità? Ecco tutto quello che bisogna sapere – galleriaborghese.it

Ovviamente con un modus operandi ben preciso. Una volta ricevuta la richiesta di assegno di maternità, il Comune di residenza la inoltrerà all’Inps. Ente che a sua volta formalizzerà la pratica, procedendo (se idonea) con l’erogazione. Famiglia per famiglia. Colei o colui che depositerà la richiesta dovrà fornire il proprio IBAN all’ente in questione.  L’erogazione richiederà qualche giorno, e il deposito arriverà sul conto corrente. Lo povrà ricevere soltanto la madre. O al massimo si dovrà procedere con un assegno cointestato, così che entrambi i partner ne possano beneficiare. A meno di situazioni particolari.