Bonus figli da 600 euro al mese: domande aperte “Mantenere i figli è un diritto”

Tra non molto sarà possibile ottenere il bonus figli da 600 euro: quali sono i requisiti e come fare domanda.

Oggi come oggi si fa sempre più fatica ad arrivare a fine mese, soprattutto se in casa ci sono bambini piccoli. Per questo motivo lo Stato e gli enti locali continuano a stanziare aiuti a sostegno delle famiglie con prole.

 In cosa consiste il bonus figli da 600 euro
Bonus figli da 600 euro: come funziona – galleriaborghese.it

Tra questi c’è ora il bonus figli del valore di 600 euro. Vediamo quali sono i requisiti richiesti e come presentare domanda.

Bonus figli da 600 euro: quali sono i requisiti e come richiederlo

Lo scopo di questo bonus è quello di cercare di arginare il fenomeno dello spopolamento all’interno dei piccoli comuni in un’area ben precisa della nostra penisola.

Bonus figli da 600 euro requisiti come richiederlo 
Bonus da 600 euro per il primo figlio: quali sono i requisiti da rispettare  – galleriaborghese.it

L’interventi è stato deciso dalla Regione Sardegna per cercare di fare in modo che le persone non vivano come un problema quello di metter su famiglia. In base agli ultimi dati sappiamo che la Sardegna è la regione in cui ci sono meno nascite con un tasso di 4,9 neonati ogni 1.000 abitanti.

Ed è per questo motivo che l’ente regionale ha pensato fosse doveroso trovare un modo per incrementare le nascite tra le famiglie che risiedono in Sardegna o per chi decide di trasferirsi sull’isola. Il sostegno verrà erogato solo dai comuni in cui vi sono pochi abitanti e che sono soggetti al fenomeno dello spopolamento. Nel dettaglio si fa riferimento ai comuni in cui vi sono meno di 5.000 abitanti.

Differentemente da quanto accade per altre misure pensate per aiutare i nuclei famigliari, il bonus figli introdotto dalla Regione Sardegna viene erogato senza tener conto della situazione reddituale del nucleo familiare e quindi non è necessario avere un ISEE aggiornato che soddisfi un limite massimo. Ne hanno diritto tutte quelle famiglie al cui interno vi è un figlio nato, adottato o preso in affido preadottivo durante il 2024.

Tra i requisiti richiesti vi è quello di possedere l’immobile in cui si abita, o almeno avere un contratto di locazione valido e risiedere nell’immobile per l’intero periodo in cui viene percepito tale assegno.

Per quanto riguarda le cifre sappiamo che la Regione Sardegna ha quindi messo a disposizione dei richiedenti 600 euro per il primo figlio e 400 euro dal secondo figlio in poi. Un bonus che sarà erogato fino a quando il bambino non compie 5 anni e quindi per un totale di 60 mensilità

Impostazioni privacy