Bonus Cicogna, al via le domande: i requisiti e gli importi dell’incentivo Inps per i neonati

Avere un figlio ti dà diritto ad un bonus: l’Inps ha deciso di aiutare le famiglie che vogliono mettere al mondo un neonato. Scopri se hai i requisiti per richiederlo.

È allarme nascite nel nostro Paese. Come diffuso dall’Istat nella sua ultima rilevazione, anche nel 2022 il numero dei decessi ha superato quello dei nuovi nati. La popolazione quindi è scesa a 58.850.717 persone, con un calo di circa 179 mila unità rispetto all’inizio dell’anno. A influire su tale numero è stata la pandemia e il caldo eccessivo, che ha provocato numerosi decessi soprattutto tra i soggetti fragili e più anziani.

Cos'è il Bonus Cicogna
Bonus Cicogna, tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per i neonati – galleriaborghese.it

Unica nota positiva sono i dati relativi alla ripresa dei movimenti migratori internazionali (in parte dovuta allo stallo della guerra tra Russia e Ucraina). Il numero delle nascite è in calo anche nel Sud Italia. Nel Mezzogiorno infatti nell’ultimo anno si sono registrate 392.598 nascite, 7.651 in meno rispetto al 2021 (-1,9%) portando così un nuovo record negativo. A influire sull’idea di mettere al mondo un figlio è anche la crisi economica, con l’inflazione alle stelle e la mancanza di certezze lavorative.

Bonus cicogna: quali sono i requisiti necessari e gli importi previsti

Fare un figlio, o adottarlo, è una scelta che va ponderata bene. A volte non basta l’amore all’interno della coppia ma serve anche una stabilità economica. Bankitalia ha stilato un elenco dei costi relativi al mantenimento di un figlio nel primo anno di vita. Secondo i dati raccolti tra il 2017 e il 2020, un nucleo composto da due adulti con uno o più minori, spende in media 640 euro al mese per mantenere un figlio.

In genere esso corrisponde a circa un quarto delle spese totali della famiglia. Basti pensare a quanti soldi si spendono per pannolini, pappe, cure mediche, giochi, vestitini e accessori obbligatori come il seggiolone per i bambini da usare in auto. Per far fronte a tali spese, l’Inps ha pensato ad un bonus cicogna: un contributo da versare a chi sta pensando di avere un figlio o lo desidera adottare.

Cos'è il Bonus Cicogna
Quali sono i requisiti per poter accedere al Bonus Cicogna – galleriaborghese.it

Dal 1 agosto 2023 e fino al 31 ottobre è possibile richiedere il bonus cicogna. L’Inps ha pubblicato un bando di concorso per l’erogazione di un contributo economico (di 500 euro) per i figli nati, adottati o nati orfani nel 2022. Il concorso è però riservato ai dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e ai dipendenti ex IPOST, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% prevista dall’articolo 3, legge 27 marzo 1952, n. 208 e ai pensionati già dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA o già dipendenti ex IPOST.

Può presentare domanda il coniuge del titolare, in caso di decesso di quest’ultimo, in qualità di “genitore superstite”; il coniuge del titolare decaduto dalla responsabilità genitoriale, in qualità di “genitore richiedente”; il genitore non coniugato con il titolare della prestazione, in caso di decesso di quest’ultimo o in caso di titolare della prestazione decaduto dalla responsabilità genitoriale; il tutore del figlio o dell’orfano del titolare della prestazione.

La domanda deve essere presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato. I Bonus Cicogna disponibili per quest’anno sono 680 (bisogna accedervi con una graduatoria che tiene conto dell’Isee e che da precedenza ai nuclei familiari con l’indicatore meno elevato). Il portale dell’Inps accetta le domande fino alle ore 12 del 31 ottobre 2023.

Impostazioni privacy