Bonus accompagnamento fino a 2.500 euro: aperte le domande, come accedere

Nuovo bonus accompagnamento che permette di percepire fino a 2.500 euro mensili per sostenere tutte le spese.

Una svolta voluta dal Governo per i cittadini che potranno beneficiare di un supporto economico diretto e anche molto sostanzioso. In un quadro di bonus attivi, questo risulta essere uno dei più importanti per gli italiani.

Bonus accompagnamento fino a 2500 euro, come averlo
Bonus accompagnamento fino a 2.500 euro, come averlo (galleriaborghese.it)

Si tratta infatti di un beneficio completamente diverso da tutti quelli previsti, non solo per l’entità molto corposa in termini prettamente economici, ma anche per le modalità di fruizione e per il tipo di intervento che si può garantire con questa agevolazione.

Bonus accompagnamento fino a 2500 euro: in cosa consiste

Il nuovo bonus riguarda la possibilità di ottenere un’agevolazione economica veramente importante, infatti sono stati stanziati ben 727.500,00 euro. L’obiettivo di questo contributo è abbattere il costo del servizio di accompagnamento fino ad un massimo di 2.500 euro in modo da creare nuove imprese.

Bonus accompagnamento fino a 2500 euro
Bonus accompagnamento fino a 2.500 euro, come averlo (galleriaborghese.it)

Offre la possibilità di fruire di assistenza tecnica per tutto l’iter di creazione di un’attività. Questo vuol dire avviare l’impresa con segnalazione di inizio attività, rischi CPI, impatto acustico, pratiche burocratiche. Le domande si potranno presentare fino al 31 dicembre del 2024 e ci sono diversi progetti al momento da poter finanziare.

Il servizio di accompagnamento include vari livelli di assistenza tecnica, il tutto per poter supportare coloro che vogliono lanciarsi nella creazione di una nuova impresa. Il bando è volto all’ideazione di imprese, start up e ogni altra formula afferente quindi a patto che siano realtà produttive e che possano incentivare la creazione di idee imprenditoriali.

Questo vale per la provincia di Roma, quindi è chiaro che si tratta di un beneficio esclusivamente locale. Una volta fatta la domanda direttamente online si riceve il contributo da poter poi spendere per il relativo supporto, in forma diretta, quindi mediante l’attivazione di un percorso di assistenza apposito. Si può valutare presso il Comune di residenza come procedere.

Un’idea che supporterà molti nuovi imprenditori e ovviamente darà la possibilità a tanti di fruire di prestazioni adeguate allo scopo. Oggi aprire un’impresa non è affatto facile e anche chi ha ottime idee spesso non gode del capitale sufficiente o comunque dell’assistenza necessaria per strutturare il tutto. Con questo beneficio di 2.500 euro si ottiene quindi una formula economica atta a garantire la modalità di avvio dal punto di vista pratico e questo porterà nuovo lavoro e sicuramente delle dinamiche sociali proattive e un circolo virtuoso a beneficio dei residenti.

Impostazioni privacy