Bollette: da Gennaio 2024 il mercato tutelato resterà solo un ricordo, cosa cambia e per chi

Inizialmente previsto per il mese di Luglio del 2019, ora il passaggio al mercato libero delle utenze tutelate ha una data certa: 10 Gennaio 2024. 

Mancano pochi mesi per il passaggio obbligatorio al mercato libero delle utenze di gas e luce: inizialmente previsto per il mese di Luglio di quattro anni fa, il 2019, dopo alcuni rinvii è stato poi fissato all’ultima scadenza utile delle tariffe a maggior tutela, calendarizzata al 31 Dicembre 2023. Entro i 10 giorni successivi poi – e dunque il 10 Gennaio 2024 – le utenze dovranno aver deciso a quale operatore passare.

Il passaggio al mercato libero è stato fissato al 10 Gennaio 2024 - GalleriaBorghese.it
Il passaggio al mercato libero è stato fissato al 10 Gennaio 2024: cosa aspettarsi – galleriaborghese.it

Cosa succederà quindi a partire dal nuovo anno? Ebbene, innanzitutto le utenze che non avranno effettuato il passaggio potranno aderire al servizio di tutele graduali, definito STG, per un totale di massimo quattro anni, senza quindi subire alcuna interruzione di forniture. I clienti invece considerati vulnerabili, ovvero versanti in condizioni di difficoltà, rimarranno transitoriamente nell’attuale servizio di maggior tutela e fino a nuove indicazioni che verranno fornite dall’Arera, ovvero l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Nello specifico, i clienti considerati vulnerabili da parte dell’Autorità sono i cittadini con età anagrafica a partire dai 75 anni, gli abitanti di isole minori non interconnesse; i cittadini in gravi condizioni di salute e che utilizzano strumentazioni medico-terapeutiche elettriche; i cittadini disabili ai sensi della Legge 104 del 1992; ed i cittadini che versano in condizioni economiche svantaggiate.

Come funzionerà il servizio a tutele graduali

Per la selezione degli operatori che i clienti considerati non vulnerabili dovranno scegliere in seno al servizio di tutele graduali, verranno indette aste a turno unico per ciascuna delle 26 aree territoriali di distribuzione presenti sul territorio italiano. A ciascun operatore partecipante potrà essere assegnato un massimo pari al 30% delle aree e verrà richiesto di soddisfare rigidi requisiti di stabilità economico-finanziaria e di solidità gestionale ed operativa.

Il 10 Gennaio 2024 avvererà il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero di luce e gas: scopriamo i dettagli
I clienti considerati vulnerabili rimarranno transitoriamente nel servizio di maggior tutela – galleriaborghese.it

Nel caso alcune aree rimarranno senza assegnazione, allora si potrà procedere ad ulteriori aste, definite “di riparazione”, fino ad avvenuta assegnazione definitiva. In quanto ai costi dell’energia, il prezzo applicato sarà lo stesso in tutta Italia con sistema di perequazione per i venditori, che potranno decidere le tariffe liberamente con l’obbligo di rinnovo annuale. 

Struttura del prezzo e condizioni contrattuali del sistema a tutele graduali, invece, verranno stabilite dall’Arera, similmente a quanto già avvenuto con le offerte Placet, con l’obiettivo di garantire ai consumatori maggior chiarezza e maggior comprensione delle condizioni e del profilo della propria utenza.

Impostazioni privacy