Beautiful choc, la malattia che ha colpito l’attore: “Spaventoso, violento…”

Amatissimo attore di Beutiful apre il suo cuore e racconta il suo calvario: ha dovuto affrontare una grave malattia 

Lo conosciamo tutti come Eric Forrester, personaggio iconico di Beautiful, soap opera americana, amatissima dal pubblico italiano. Ma com’è la vita dell’attore lontano dal set? John McCook ha sempre fatto molta attenzione nel proteggere la sua privacy. Fino a quando non ha deciso di raccontare in un libro l’inferno che vive da tantissimi anni.

Beautiful attore
Il famoso attore di Beautiful racconta la sua battaglia contro la malattia – Credit: screen mediasetinfinity.it – galleriaborghese.it

Altro che innamoramenti e giochi di potere: John McCook, che a giugno compirà 80 anni, è molto diverso dal suo alter ego Eric Forrester. Come ha raccontato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, la sua vita privata è caratterizzata dalla lotta contro una malattia mentale che ha colpito un membro della sua famiglia.

Beautiful, il racconto di John McCook: la schizofrenia si è abbattuta sulla sua famiglia

Da quasi quattro decenni John McCook interpreta il fondatore della famiglia Forrester, un ruolo che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Ma dietro la celebrità, si cela una storia di sfide personali e di crescita emotiva. Il figlio di McCook, Jake, ha combattuto una battaglia silenziosa contro la schizofrenia, una malattia spesso misconosciuta e stigmatizzata.

Beautiful attore schizofrenia figlio
Beautiful, l’attore che interpreta Eric Forrester ha raccontato la malattia del figlio – Credit: Ig @johntmccook-galleriaborghese.it

Attraverso il libro “The Cliffs of Schizophrenia: A Mother and Son Perspective”, scritto da Jake e da sua madre Laurette, la famiglia McCook ha deciso di condividere la sua esperienza su un argomento ancora tabù.

Nell’intervista, McCook riflette sul ruolo di padre di fronte alla malattia del figlio, rivelando le sfide emotive che ha affrontato lungo il cammino e gli insegnamenti appresi. Ha confessato di aver inizialmente reagito con frustrazione e confusione, ma che poi ha imparato ad adattarsi e a comprendere la complessità della situazione.

“Ho dovuto imparare a comportami, a comprendere come relazionarmi con qualcosa di completamente nuovo, mai messo in conto. E alla fine l’ho fatto, grazie a Dio. Non sono più arrabbiato con Jake, non lo sono affatto”, ha raccontato l’attore al Corriere.

Ora, grazie al libro, McCook si impegna a diffondere consapevolezza e sostegno per coloro che affrontano simili battaglie. McCook sottolinea l’importanza di rappresentare accuratamente le malattie mentali sui media, sfidando gli stereotipi e promuovendo la comprensione e l’empatia.

Infine, l’attore ha espresso gratitudine verso la sua famiglia e l’ammirazione che nutre per suo figlio, evidenziando il suo coraggio e la sua gentilezza nonostante le avversità. Guardando al futuro, l’attore americano confessa la speranza che suo figlio possa trovare la sua strada verso l’indipendenza e la felicità, un desiderio che accomuna tutta la famiglia.

Impostazioni privacy