Attenta se senti pronunciare queste frasi con troppa frequenza: forse ce l’hanno con te, ed è grave

Sono almeno cinque le frasi che sono indice di un problema culturale assai diffuso, in tutto il mondo, ma soprattutto nel nostro Paese.

Assai spesso, purtroppo, non serve mettere in atto dei comportamenti per essere offensivi e discriminatori. Anche se, almeno apparentemente, qualcuno è irreprensibile e inattaccabile, nel suo linguaggio, nel modo in cui si esprime, spesso si celano atteggiamenti di odio sociale o di genere. In particolare, fate molta attenzione se sentite pronunciare spesso queste frasi, perché potrebbero essere indice di un tipo di pensiero molto grave.

Attenta se senti pronunciare queste frasi con troppa frequenza
Attenzione a queste frasi – galleriaborghese.it

La recentissima uscita nelle sale del film (già cult) “Barbie” ha riportato sulla scena nazionale e internazionale il dibattito relativo al machismo e al patriarcato. Una situazione di disparità tra i due sessi che, di fatto, nessuno Stato (e, in particolare l’Italia) ha mai affrontato fino in fondo. Una situazione che, evidentemente, non è solo di natura politica, ma che è diventata di natura sociale. In particolare, se senti pronunciare queste frasi, probabilmente ce l’hanno proprio con te che sei donna.

Se senti pronunciare queste frasi, c’è del sessismo dietro

Sono almeno cinque le cinque frasi sessiste che vengono utilizzate nella vita di tutti i giorni e che devono essere escluse dal nostro vocabolario. Già dalla rapida (ma esaustiva) carrellata che faremo, siamo sicuri che farete mente locale e ricorderete di averle sentite pronunciare molto spesso.

Frasi che sono degli insulti
Il linguaggio sessista e machista – galleriaborghese.it

“È fantastico che tu possa affermarti in questa professione, anche se sei una donna”. Quante volte l’avete sentita pronunciare? Tantissime, immaginiamo. Si tratta di una frase che è indicativa di una condizione molto più atavica e grave: sappiamo bene, infatti, quanto sia largo il gap professionale tra uomini e donne nel nostro Paese. Un problema che è sì politico e sociale, ma, come testimonia questa frase, anche culturale. E che dire di frasi come “hai il ciclo?” oppure “sei in periodo premestruale”? Affermazioni pronunciate quando una donna, spesso a ragione, perde le staffe o dimostra nervosismo: come se non fossero in grado di controllare il proprio ciclo ormonale.

“Era un maschio”, altra frase pronunciata spesso per sottolineare come solo i “maschi” siano in grado di raggiungere determinati obiettivi (spesso di natura professionale) a differenza delle donne. E poi la domanda “Riuscirai a conciliare i figli, la casa e la vita professionale?”. Ci chiediamo: perché non si dovrebbe? E, soprattutto, perché la cura dei figli non debba essere ad appannaggio anche dell’uomo di casa? Infine, “Doveva essere stata una donna a fare questo”, pronunciata quando succede qualcosa di sbagliato. Davvero, nel 2023?

Impostazioni privacy