Assegno Unico: se ricevi questa comunicazione INPS lo perdi, cosa fare subito

Assegno Unico: le novità in vista per il 2024, cosa accade se l’Inps ti inoltra questa comunicazione, tutti i casi in cui potresti perderlo.

L’assegno unico è un sostegno economico pensato per le famiglie che si trovano in difficoltà, viene attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento di 21 anni, in caso invece di figli disabili non ci sono limiti di età. L’importo varia in base alle condizioni economiche del nucleo familiare, si basa infatti sul dato ISEE. Si terrà inoltre conto dell’età dei figli e del numero.

Assegno unico: attenzione a questo messaggio
Molte beneficiari dell’Assegno Unico stanno ricevendo questo messaggio dall’Inps: cosa significa? – galleriaborghese.it

Nel caso in cui il nucleo familiare fosse composto da un solo genitore, per ricevere l’intera quota dell’assegno, che altrimenti sarebbe pari al 50%, è necessario specificare quali siano le motivazioni della mancata presenza dell’altro genitore. Se tutti i requisiti saranno rispettati e non ci saranno problemi, solitamente l’erogazione avverrà a partire dal mese successivo alla data di presentazione del modello. Gli esiti dell’erogazione potranno essere consultati direttamente sul sito dell’Inps.

Assegno unico, cosa accade se ricevi questo messaggio dall’Inps

Nel caso in cui l’Inps inoltri alla famiglia che ha effettuato la domanda per ottenere l’assegno unico il seguente messaggio, “la domanda di assegno unico è decaduta”, bisognerà fare molta attenzione. A ricevere questo messaggio infatti per SMS o online sono i percettori del reddito di cittadinanza che hanno presentato la domanda prima del rinnovo delle 18 mensilità spettanti il reddito di cittadinanza.

Assegno unico: attenzione a questo messaggio
Nella maggior parte dei casi si tratta di una sospensione temporanea dell’assegno, ma fareste bene a controllare che non vi sia un errore – galleriaborghese.it

Solitamente, tra la 18ª erogazione del reddito e il successivo rinnovo, per i beneficiavi devono passare circa 30 giorni, in questo periodo il pagamento del reddito è sospeso, ma anche quello dell’assegno unico. Questo è ciò che ha dichiarato l’Inps nella circolare dell’aprile 2022. Si tratterebbe dunque di un avviso da parte dell’Inps teso a comunicare ai percettori del reddito di cittadinanza una sospensione temporanea del beneficio economico, in attesa di ulteriori accertamenti e dei dovuti riscontri.

In altri casi, tuttavia, lo stesso messaggio può avere una valenza differente, può anche significare infatti che la possibilità di ricevere l’assegno unico sia decaduta, solitamente questo accade in determinate circostanze. L’assegno potrebbe essere revocato ad esempio nel momento in cui il figlio che garantisce il diritto al sussidio compie 21 anni, o non si trova più a carico della famiglia.

Quindi il messaggio potrebbe anche significare che sono venuti meno i requisiti necessari per poter ottenere il beneficio. Per fare chiarezza, sarà necessario consultare il fascicolo previdenziale del cittadino, che può essere consultato anche online. Se si dovesse sospettare un’anomalia, inoltre, è possibile far luce anche contattando l’apposito call center dedicato dell’Inps, al numero 803 164.

Impostazioni privacy