Assegno Unico: lo puoi aumentare col metodo del numero di protocollo, come funziona la procedura

Da sapere sull’Assegno Unico: si può aumentare con il metodo del numero di protocollo. Come funziona la procedura.

Come quasi tutti sanno, l’Assegno Unico è il sostegno economico riconosciuto alle famiglie con figli a carico che dal 2022 ha sostituito gli assegni familiari e altri bonus per le famiglie in uno strumento solo. L’Assegno Unico è universale ovvero spetta a tutte le famiglie con figli a carico, dal 7° mese di gravidanza fino al 21 anno di età per il figlio che studia all’università. Non sono previsti limiti di età per i figli con disabilità.

assegno unico aumentare
Assegno Unico, si può aumentare con il metodo del numero di protocollo – GalleriaBorghese.it

L’Assegno è corrisposto a cadenza mensile per ciascun figlio, con l’importo che cambia a seconda della situazione economica della famiglia, misurata dal modello Isee. Il contributo è più elevato per le famiglie più bisognose ed è aumentato per quelle numerose.

Può capitare, tuttavia, che anche se la famiglia riceve regolarmente l’Assegno Unico, per uno o più figli, ritenga il contributo troppo basso rispetto a quello a cui ritiene di avere diritto. Qui vi spieghiamo come risolvere il problema ed eventualmente aumentare l’importo dell’Assegno Unico.

Assegno Unico, si può aumentare con il metodo del numero di protocollo

Come abbiamo accennato, l’importo dell’Assegno Unico è corrisposto sulla base del modello Isee, che misura la situazione economica della famiglia (redditi e patrimonio). Pertanto, se si ritiene che l’importo riconosciuto sia troppo basso rispetto alle proprie condizioni economiche, sarà necessario controllare eventuali errori nel modello Isee. E, in caso, correggerli.

assegno unico aumentare
A chi rivolgersi per fari aiutare con l’assegno unico – GalleriaBorghese.it

Va ricordato che per il 2023 è obbligatorio presentare all’Inps la nuova DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per rinnovare l’Isee. La DSU va presentata tramite il servizio online o l’app mobile dell’Inps oppure tramite contact center o patronati. In mancanza di nuova DSU, l’importo dell’Assegno Unico viene calcolato da marzo 2023 all’importo minimo previsto.

Dunque, per prima cosa verificate di aver presentato la nuova DSU quest’anno per l’aggiornamento del modello Isee. Poi, verificate che lo stesso modello sia stato aggiornato dall’Inps, a seguito della presentazione della nuova DSU, e che non ci siano stati problemi di acquisizione o elaborazione.

Se avete presentato il modello Isee in via telematica da soli, non dovete fare altro che controllare nella vostra area riservata sul sito dell’Inps. Invece, se avete presentato domanda con un Caf o patronato, fatevi dare il numero di protocollo della pratica e poi utilizzate lo strumento di simulazione online sul sito Inps per conoscere l’importo dell’Assegno Unico spettante. In caso di discordanza, contattate l’Inps per avere chiarimenti.

Impostazioni privacy