Andare in pensione senza aver versato i contributi: si può, ecco come

Non tutti lo sanno ma c’è un modo per andare in pensione anche senza aver versato contributi. Vediamo insieme come fare.

Se temete di non riuscire ad andare in pensione perché non avrete mai tutti i requisiti necessari, sappiate che c’è una strada che consente l’accesso alla prestazione anche senza contributi. In questo articolo vi spieghiamo tutto nei dettagli.

Come andare in pensione senza aver versato i contributi
Esiste un modo per andare in pensione senza contributi: ecco come – galleriaborghese.it

In Italia il sistema segue le regole stabilite nel 2011 dalla legge Fornero. Si può andare in pensione una volta raggiunto il requisito anagrafico di 67 anni e quello contributivo di 20 ma solo se l’assegno previdenziale maturato è pari almeno a 1,5 volte l’importo dell’Assegno sociale. Diversamente si dovrà continuare a lavorare almeno fino a 71 anni.

In alternativa, c’è la pensione anticipata ordinaria con cui un uomo potrà andare in pensione una volta raggiunti i 42 anni e 10 mesi di contributi mentre ad una donna basteranno 41 anni e 10 mesi. In questo caso l’età non conta. Tuttavia, va da sé, che per poter beneficiare della pensione anticipata ordinaria è necessario aver iniziato a lavorare in modo regolare quando si era molto giovani.

In pensione senza contributi: ecco come fare

Non tutti lo sanno ma c’è un modo per andare in pensione anche senza contributi. Una strada che si rivolge alle tante persone che non riescono a raggiungere un montante contributivo sufficiente per poter smettere di lavorare.

Nel nostro Paese le misure di pensione anticipata non mancano, tuttavia richiedono un numero di anni di contributi elevato. Ad esempio, con Quota 103 e Quota 41 si può andare in pensione prima rispetto a quanto stabilito dalla legge Fornero, ma solo se gli anni di contributi sono almeno 41. Con Ape sociale ne bastano 30, però sono comunque tanti per chi ha avuto una carriera lavorativa altalenante caratterizzata da contratti atipici e periodi di disoccupazione.

Come andare in pensione senza contributi
Andare in pensione senza contributi: quali sono i requisiti – galleriaborghese.it

Che fare allora? Chi non ha i contributi non avrà diritto alla pensione? Fortunatamente non è così. Per coloro che non hanno versato contributi c’è l’assegno sociale. Il suo importo cambia ogni anno poiché è soggetto a rivalutazione. Nel 2023 l’assegno sociale è pari a 503,27 euro al mese. Tuttavia, per averne diritto bisogna soddisfare i seguenti requisiti:

  • Avere almeno 67 anni di età;
  • Avere residenza stabile in Italia (l’assegno si può perdere a seguito di soggiorni all’estero superiori a un mese);
  • Avere un reddito annuo non superiore a 6.542,51 se si è da soli o non superiore a 13.085,02 euro se si è coniugati.

Questa misura, in pratica, si rivolge alle persone che non hanno mai versato contributi e che versano in una situazione economica di disagio. C’è inoltre un caso specifico in cui molto prima di aver compiuto i 67 anni di età si può ricevere la pensione senza aver versato contributi. È il caso degli invalidi civili.

La pensione di invalidità civile, infatti, è una prestazione assistenziale che viene erogata indipendentemente dai contributi già a partire dai 18 anni di età se il soggetto ha una disabilità certificata al di sopra di una certa soglia. L’importo della pensione di invalidità civile cambia ogni anno: nel 2023 corrisponde a 313,91 euro al mese. Al raggiungimento dei 67 anni si trasformerà automaticamente in assegno sociale.