Alvaro Vitali, dopo anni svelata la sua pensione: ecco con quanto è costretto a sopravvivere l’amato attore

L’amato attore, Alvaro Vitali, svela quanto prende di pensione al mese: è costretto a vivere con pochissimo. Il racconto di Pierino.

Alvaro Vitali è noto al pubblico italiano per l’interpretazione di Pierino. L’incontro che determinò la sua carriera nel cinema fu con Federico Fellini, noto regista e sceneggiatore italiano. Un incontro fortuito che gli permise di apparire nel suo primo film, Satyricon. La paga era superiore a quella che aveva mai avuto fino a quel momento.

La pensione di Alvaro Vitali: è costretto a sopravvivere
La pensione di Alvaro Vitali (foto: instagram, @alvarovitali_official)(galleriaborghese.it)

Alvaro infatti prima di quell’incontro lavorava come elettricista e nella bottega del negozio in piazza Mastai percepiva una paga molto più bassa, 16 mila lire a settimana. La sua prima comparsa invece gli ha fruttato 70 mila lire al giorno per una settimana di lavoro. Ma nonostante il suo lavoro da attore oggi Vitali è costretto a sopravvivere con la sua pensione e svela la cifra.

Ecco la pensione di Alvaro Vitali: costretto ad arrotondare

Dopo la prima comparsa Alvaro Vitali è stato preso sotto l’ala di Fellini. Come ha raccontato proprio l’attore tempo fa in un’intervista a Repubblica a Fellini divertiva l’indole popolare di Alvaro. Il successo è arrivato poi con Amarcord e ha iniziato a comparire così nelle prime commedie sexy. Poi Nando Cicero lo ha chiamato per interpretare un alunno de L’insegnante.

Il declino di Alvaro Vitali: la sua pensione
Alvaro Vitali: la sua pensione (foto: Instagram @alvarovitali_official) (galleriaborghese.it)

Quelli sono gli anni d’oro di Vitali che si è dato alla bella vita. Come lui stesso ha raccontato che cambiava macchine ogni tre mesi, e non solo le macchine, anche le donne. Una fama che lo ha travolto: non aveva una vita privata e non poteva fare nulla. Un periodo che è poi terminato. Infatti negli anni ’80 non c’è stato spazio per lui ed è iniziato il declino della sua carriera.

Alvaro Vitali non si è mai spiegato cosa fosse successo. Era molto popolare e poi improvvisamente nessuno più lo chiamava. Nonostante tutto però ancora oggi viene fermato per strada perché ricordato come Il Pierino ma lui è triste di come sia andata a finire la sua carriera. Si è detto dispiaciuto in quanto pochi gli sono rimasti accanto. Nemmeno lo stesso Lino Banfi, che non l’avrebbe più chiamato.

Per Vitali è arrivato un periodo di depressione da cui è uscito lentamente con il tempo. Oggi arrotonda perché 1200 euro di pensione non gli bastano a vivere. Organizza spettacoli e serate soprattutto nei teatri del Sud Italia. La sua pensione è lontana da quelli che sono stati i suoi guadagni di un tempo.

Impostazioni privacy