Allarme conti bianconeri: mancano 4 milioni di euro

Il club bianconero costretto a una precisazione dopo le recenti indiscrezioni di stampa sulla situazione finanziaria

Oltre al danno, la beffa. In un momento non proprio brillante della propria stagione, con risultati che stentano ad arrivare, a fronte di sforzi importanti per cercare di mantenere vivi i propri obiettivi, spuntano nuovi problemi anche sul fronte societario.

Ascoli problemi bilancio precisazione club
Per il club un’annata alquanto tormentata (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Si è scritto, infatti, di una perdita di bilancio, problema ulteriore che va a sommarsi a quelli sul campo in un’annata finora tormentata. L’Ascoli, da anni protagonista in Serie B, il Picchio è alle prese con una stagione da incubo. Partita con discrete ambizioni, la squadra marchigiana si ritrova attualmente al terzultimo posto in classifica, con soli cinque punti conquistati nelle ultime cinque partite, frutto di una vittoria, due pareggi e due sconfitte.

Un andamento lento che, in questo momento, costringerebbe la formazione allenata da Fabrizio Castori a una retrocessione inaspettata. Se il campo non sta regalando gioie, è subentrata infatti anche un’indiscrezione sulla situazione finanziaria della società, analizzata con attenzione dal Corriere Adriatico.

Ascoli, il club tranquillizza i tifosi

I conti non tornano in casa Ascoli. E non solo per i risultati sul campo già accennati, ma anche e soprattutto per un bilancio in perdita che dovrà essere in qualche modo aggiustato nei prossimi anni, per evitare problemi più gravi. Al 30 giugno scorso si registra nel bilancio una perdita di oltre 6 milioni e 600mila euro.

In particolar modo, ci sarebbero 4 milioni e mezzo relativi alla perdita del 30 giugno 2021, relativi al periodo della pandemia da Covid. Come molti altri club, il Picchio ha provveduto infatti grazie a un decreto a sospendere ogni delibera e ha la possibilità di risanare le perdite entro due scadenze differenti.

Bilancio Ascoli perdite precisazione club
Ascoli in lotta per non retrocedere in Serie B (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Il linea teorica, il club guidato da Massimo Pulcinelli ha l’opportunità di risanare una parte del debito entro il 30 giugno 2026, una seconda parte entro il 30 giugno 2028. Per farlo è però necessario un aumento di capitale, magari con l’ingresso di nuovi soci di cui si è a lungo vociferato in questi ultimi anni.

Nonostante la situazione, comunque, l’Ascolti ha tenuto a sottolineare come tutte le scadenze fino a questo momento siano state rispettate, e il dg Domenico Verdone ha assicurato che non ci saranno ulteriori problematiche e perdite nei prossimi mesi, tranquillizzando un’intera tifoseria che ora spera di tornare a gioire anche per i risultati della squadra sul campo.

Impostazioni privacy