Alessandro Gassmann, operato d’urgenza per non rimanere paralizzato: ci sono voluti mesi di cure

Alessandro Gassmann è un attore che ha il mestiere nel sangue. Ma sapete che ha rischiato di rimanere paralizzato?

Alessandro Gassmann è sempre impegnato in qualche nuovo progetto su grande o piccolo schermo. Dopotutto è un interprete di grande fama. Ma quando è stato operato d’urgenza? Ecco tutti i particolari della vicenda.

Alessandro Gassmann operato per ernia cervicale
Alessandro Gassmann ecco pe quale motivo stato operato-Foto: Ansa-(galleriaborghese.it)

Alessandro Gassmann è un figlio d’arte dal momento che è l’erede del grande Vittorio Gassman. Ha fatto il suo debutto sulle scene quando aveva 17 anni e da allora non si è più fermato accumulando ruoli, film e serie tv. Questo l’ha portato a ottenere riconoscimenti come il David di Donatello nel 2008 per Caos calmo. Dal 2010 al 2014, invece, è stato direttore del Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni. Dal 2012 ha stretto un legame artistico con Massimo Bruno per il quale ha recitato nelle pellicole: Viva l’Italia, Beata ignoranza e Non ci resta che il crimine.

Nel 2017 è passato dietro la macchina da presa per il film Il premio dove ha recitato al fianco di Gigi Proietti. Nel 2021 ha presentato al Festival del Cinema di Venezia Il silenzio grande. In quello stesso anno è stato membro della giuria al Torino Film Festival. Il suo ultimo lungometraggio è Vangelo secondo Maria selezionato per il Torino Film Festival.

Alessandro Gassmann: quando è rimasto bloccato

L’interprete è tornato in televisione con la fiction: Un professore 2 che viene trasmessa su RaiUno. Adesso va tutto bene ed è sempre in splendida forma, ma non è stato sempre così: in passato ha avuto un brutto problema di salute che gli ha dato molta preoccupazione.

Alessandro Gassmann e la grave ernia cervicale
Alessandro Gassmann e i problemi su un set-Foto: Ansa-(galleriaborghese.it)

Nel 2004 doveva interpretare a teatro Caio Marzio Coriolano indossando una corazza di 25 chili. A un certo punto ha iniziato ad accusare forti dolori al collo. Inizialmente ha provato a risolvere tutto con antidolorifici e antinfiammatori che però non gli hanno portato nessun beneficio. In seguito ha iniziato ad accusare uno strano mal di testa e vertigini. Anche il braccio destro ha cominciato a causargli problemi: formicolii, pesantezza e perdita di forza.

Alla fine un amico ortopedico gli ha diagnosticato due ernie. Nel suo caso inoltre, se non voleva rimanere paralizzato dal dolore, doveva operarsi con urgenza. In seguito ha dovuto affrontare la fisioterapia per riavere la mobilità delle braccia e della cervicale. In cinque mesi è tornato tutto alla normalità, come ha raccontato Alessandro Gassmann stesso in un’intervista su Ok Salute.

Impostazioni privacy