Adesso puoi non pagare il canone Rai legalmente: ecco come funziona la prescrizione

Il canone Rai è uno degli obblighi fiscali più discussi dagli italiani. Ma c’è un modo perfettamente legale per non pagarlo: è una questione di tempo.

Quando il canone Rai era separato dalla bolletta elettrica era probabilmente una delle tasse più evase del nostro Paese. L’idea di suddividerlo in diverse tranche e incorporarlo nella bolletta elettrica è stato un modo intelligente per fare in modo che i cittadini si trovassero praticamente costretti a versarlo.

non pagare canone rai metodo legale
C’è un metodo legale per non pagare il canone Rai – galleriaborghese.it

La Legge di Bilancio 2024 ha fortunatamente abbassato il costo del canone da 90 a 70 Euro. Ma non si tratta di un taglio del sostegno statale alla televisione di Stato. Il governo ha deciso di destinare alcuni fondi (quindi sempre tasse dei cittadini) a colmare la differenza, pagando in pratica quei 20 Euro all’anno a cittadino che faranno tornare i conti in pari.

Cosa succede però se non si paga il canone Rai? Come ogni tassa, anche il canone Rai può cadere in prescrizione. Quello che però non era mai stato chiaro era quanto tempo dovesse trascorrere dopo il mancato pagamento prima che effettivamente il debito tra il cittadino e lo  Stato fosse cancellato.

Canone Rai: quando va in prescrizione?

C’è sempre stata un po’ di confusione riguardo al termine di prescrizione del Canone Rai. La confusione nasceva dal fatto che anche essendo una tassa annuale viene compresa nella bolletta elettrica. Una bolletta non pagata, infatti, va in prescrizione dopo soli 2 anni. Ma, com’è ovvio, anche se accorpato al pagamento della bolletta elettrica, il canone Rai è una tassa vera e propria con scadenza annuale e non una spesa per la fornitura. Quindi bisogna attenersi alle regole per la loro prescrizione.

non pagare canone rai metodo legale
Il debito con lo Stato si accumula per anni -galleriaborghese.it

Va specificato che la prescrizione a 5 anni viene applicato a tutti pagamenti a scadenza annuale o più breve. Ma, anche rientrando in questa specifica tipologia di tasse, il canone Rai fa eccezione.

Il motivo è che il canone Rai è una tassazione diretta come Irpef, Irap e Iva che, pur venendo pagate una volta l’anno, sono tributi autonomi che non vengono in alcuno modo influenzati dal pagamento del dovuto negli anni precedenti.

Perché questo tipo di tassa vada in prescrizione non basterà attendere cinque anni: il canone Rai va in prescrizione dopo dieci anni, come determinato dall’articolo 2946 del codice civile.

C’è da specificare, quindi, che se anche non si pagano le bollette, che andranno in prescrizione dopo due anni. Il debito accumulato nel frattempo nei confronti dello Stato (e non di un’azienda privata) non verrà cancellato. Al contrario, continuerà ad accumularsi. L’unico modo legale per non dover pagare il canone Rai, quindi, è attendere 10 anni dall’ultimo pagamento.

Impostazioni privacy