Adesso devi stare molto attento al parcheggio: basta una disattenzione e diventa reato, ecco cosa rischi

Parcheggiare in modo non corretto può diventare reato, basta veramente poco e i rischi sono importanti: meglio fare attenzione. 

Il passo carrabile rappresenta l’obbligo per tutti di non sostare in quel preciso punto. Tuttavia, ciò che molti non sanno è che, l’assenza di questo, non determina necessariamente la possibilità invece di farlo. Si può quindi cadere nel reato senza saperlo. Anche laddove questo non sia presente, non è comunque detto che sia possibile per il conducente sostare con l’auto.

Devi stare molto attento al parcheggio reato
Parcheggio, basta una disattenzione e diventa reato (galleriaborghese.it)

Risulta obbligatorio, per chiunque parcheggi l’auto, non impedire l’uscita dal garage o dallo spazio di coloro che vi abitano o si trovino a transitare. Quindi anche se non c’è il cartello apposito, non è detto che si possa parcheggiare davanti. La via d’uscita non deve mai essere impedita, lo dice la legge.

Parcheggio, una disattenzione diventa reato: attenzione

Sul tema è tornata più volte la Cassazione e anche la Suprema Corte. Ha stabilito come dinnanzi ad un condominio, con o senza passo carrabile, non va fatta la sosta, pena conseguenze penali. Per il Codice della Strada infatti questo segna l’accesso ad un’area specifica, ad esempio un garage. Il cartello viene affisso solitamente all’esterno, come segnale per non ostacolare il passaggio.

parcheggio basta una disattenzione e diventa reato
Parcheggio, rischi e obblighi (galleriaborghese.it)

Affinché questo venga rilasciato i soggetti devono pagare un canone all’Ente apposito per riceverlo e quindi tradizionalmente al Comune. Infatti il passo carrabile ha valore solo quando viene rilasciato dal Comune stesso o dall’Ente che ne detiene il diritto, riporta la normativa e un numero specifico. Quello comprato in negozio non è uguale e non ha valore per legge ma può portare a una sanzione fino a 173 euro.

Se non c’è un cartello, l’automobilista può lasciare il veicolo senza incorrere nella multa, tuttavia, secondo la Corte di Cassazione, sta al buon senso della persona non bloccare auto e pedoni in accesso, quindi parcheggiare sempre in modo consono. Infatti potrebbe comunque venire querelato per questo motivo. Chi parcheggia davanti a un cancello privato può incorrere anche in violenza privata, come previsto dal Codice Penale all’articolo 610.

Anche se manca il divieto del Comune quindi, un parcheggio errato, può determinare il reato di violenza privata e quindi l’essere vittima di un’azione che non consente all’altro di entrare e uscire liberamente dal proprio posto. In questi casi la reclusione prevista è fino a 4 anni perché si viola, di fatto, la libertà dell’altro. In sostanza, è vero che si potrebbe parcheggiare senza apposito cartello ma è anche vero che bisogna farlo con il buon senso altrimenti si rischiano comunque pene severe.

Gestione cookie