Accedi alla pensione a 59 anni da subito, la misura poco conosciuta

Non perdere un minuto di più: c’è una misura poco conosciuta che può farti andare in pensione a 59 anni: ecco cosa bisogna fare.

Mentre tutti siamo già preoccupati all’idea che, tra qualche anno, l’età pensionabile aumenterà ulteriormente, pochi sanno che è in vigore una misura che può permetterci di lasciare il lavoro a soli 59 anni. Vediamo di cosa si tratta e cosa bisogna fare per andare in pensione con così largo anticipo rispetto alla legge Fornero.

pensione a 59 anni
Puoi andare in pensione a 59 anni/Galleriaborghese.it

Le misure di prepensionamento in Italia non mancano ma, di solito, tutte chiedono di aver versato molti anni di contributi. Ad esempio la pensione anticipata ordinaria richiede oltre 42 anni di contribuzione per gli uomini e oltre 41 per le donne. Si rivolge, dunque, a coloro che hanno iniziato a lavorare quando erano ancora molto giovani.

Stesso discorso vale anche per Quota 41: se ne può beneficiare solo se almeno un anno di contributi sono stati versati prima di aver compiuto 19 anni. La maggior parte di noi, pertanto, si è rassegnata all’idea di dover attendere i 67 anni per andare in pensione. Raggiunti i 67 anni di età, infatti, bastano 20 anni di contributi per poter lasciare il lavoro.

Tuttavia 67 anni sono tanti, forse troppi. Senza contare che, a breve, l’età pensionabile aumenterà ancora per adeguarsi all’aumento della durata media della vita. Eppure un modo per andare in pensione molto prima c’è. Infatti è in vigore una misura poco conosciuta che permette di accedere alla pensiona ad appena 59 anni.

In pensione a 59 anni: ecco come fare

Se per te restare a lavorare fino a 67 anni sarebbe un vero incubo, non ti preoccupare: in Italia sono in vigore diverse misure di prepensionamento. In particolare c’è un modo per smettere di lavorare addirittura a 59 anni. Vediamo di cosa si tratta.

Opzione donna, requisiti
Chi può andare in pensione a 59 anni /Galleriaborghese.it

Se sei una donna puoi sfruttare Opzione Donna per lasciare il lavoro con molti anni di anticipo rispetto a quanto stabilito dalla legge Fornero. Opzione Donna nacque nel lontano 2004 sotto il secondo Governo di Silvio Berlusconi. Il Governo di Giorgia Meloni ha riconfermato questa misura anche per il 2024.

Con Opzione Donna puoi andare in pensione con 35 anni di contributi. L’età pensionabile è di 61 anni per le donne senza figli, 60 anni per le donne con un figlio e appena 59 anni se hai due o più figli. Opzione donna si rivolge tanto alle lavoratrici dipendenti quanto alle lavoratrici autonome ma devi appartenere ad una delle seguenti categorie:

  • caregiver;
  • disabili con invalidità pari o superiore al 74%;
  • disoccupate;
  • dipendenti di aziende in crisi.

Se scegli Opzione donna la tua pensione verrà ricalcolata con il sistema contributivo e, pertanto, potresti subire delle perdite. La finestra temporale – cioè il tempo che intercorre tra il raggiungimento dei requisiti e il primo assegno previdenziale – è di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le lavoratrici autonome.

Impostazioni privacy