4 Ristoranti, problemi dopo la partecipazione al programma: chiude il noto locale

4 Ristoranti non porta sempre bene: dopo lo show e la denuncia di Selvaggia Lucarelli un ristoratore è stato costretto a chiudere il locale.

Parliamoci chiaro: i ristoratori che scelgono di partecipare a 4 Ristoranti non lo fanno per il montepremi finale. I 5.000 Euro messi in palio dalla produzione dello show a volte sono utili soltanto per acquistare una particolare attrezzatura o fare dei lavori di ristrutturazione non troppo significativi.

4 ristoranti problemi chiude noto locale
Alessandro Borghese – Fonte @borgheseale -galleriaborghese.it

Quello che spinge davvero i ristoratori a mettersi in gioco nello show di Chef Borghese è invece il miraggio della notorietà, cioè la possibilità di farsi conoscere da milioni di persone in tutta Italia e veder crescere il proprio giro di affari.

Ovviamente si tratta di una scommessa e non è detto che si vinca sempre. La perdono ad esempio quei ristoratori che non si mostrano all’altezza della situazione o che, come nel caso di Mariano Scognamiglio, rimangono vittime della visibilità che avevano cercato.

Mariano, gestore del ristorante Da Mariano, sito appena fuori le mura di Arezzo, ha partecipato a Quattro Ristoranti nel 2020. Il locale non fu eletto il migliore di Arezzo ma venne comunque apprezzato dagli altri ristoratori. Il problema nacque nel momento in cui Mariano decise di dire apertamente che lui e il suo socio in affari non erano una coppia solo nel lavoro ma anche nella vita. I due si scambiarono anche un bacio davanti alle telecamere e quel bacio, che venne serenamente mandato in onda, scatenò una reazione a catena imprevedibile.

Mariano di Arezzo chiude, e dà la colpa a Selvaggia Lucarelli

Dopo la messa in onda del programma le cose per Mariano e il suo compagno cominciarono ad andare davvero male. Innanzitutto, anche a causa delle drammatiche conseguenze della Pandemia e probabilmente anche in virtù di un trasferimento del locale da dentro a fuori le mura della città, gli affari cominciarono ad andare sempre peggio. 

4 ristoranti problemi chiude noto locale
Mariano Scogliamiglio – Fonte IG @mariano6369 – galleriaborghese.it

Secondo Mariano però, i guai peggiori erano causati dall’atteggiamento omofobo degli aretini, che dopo il suo coming out avevano cominciato a evitare il locale. Sempre nel 2020, il ristoratore aveva sporto denuncia ai Carabinieri di Arezzo per stalking: aveva cominciato a ricevere molte telefonate da un numero anonimo e, quando rispondeva, poteva sentire offese omofobe pronunciate da una voce alterata con un software in maniera che fosse irriconoscibile.

Dopo aver resistito per diverso tempo a una situazione sempre più difficile, nel 2023 Mariano decide di aprire una raccolta fondi allo scopo di coprire le ingenti perdite economiche del locale e questo gesto attirò l’attenzione di Selvaggia Lucarelli. 

“Dopo tre anni si risveglia e dice che gli aretini sono omofobi e ora non vanno più nel suo ristorante quindi gli servono soldi, perciò apre una raccolta fondi. Ora, a parte tutto il racconto ridicolo, non mi è ben chiaro come risolverebbe il problema dell’ omofobia degli aretini con i soldi. Se il problema è che sei gay, e non che sei andato in crisi perché hai cambiato sede e per la pandemia, non è con la raccolta fondi gli aretini cambiano idea” scriveva Selvaggia Lucarelli sul suo Twitter a proposito della vicenda.

Appena la scorsa Pasqua, però, il ristoratore decideva di prendere una via più morbida. Aveva ricevuto moltissime prenotazioni per il pranzo di Pasqua e aveva deciso di dichiarare: “Non ho mai accusato i miei concittadini di essere tutti omofobi, altrimenti me ne sarei andato già da un pezzo”. Da pochi giorni ha cominciato a circolare la notizia della definitiva chiusura del locale. 

Mariano aveva twittato poco prima di essere stato “vittima della gogna mediatica, anch’io esposto allo shitstorm dei dubbi di Selvaggia Lucarelli, come la collega suicida di Sant’Angelo Lodigiano”. 

Dopo la minaccia di provvedimenti legali da parte della giornalista, Mariano ha deciso nuovamente di cambiare la propria versione, dichiarando a La Stampa: “Non ho mollato solo perché Lucarelli ha sollevato dubbi su quanto avevo detto a proposito dei clienti che disertavano il ristorante per il mio orientamento sessuale, ma certo anche quello ha pesato. Anch’io mi sono sentito nudo di fronte alla tempesta mediatica, capisco la signora che non ha retto al ludibrio ed è finita come è finita.”.

Impostazioni privacy