18APP | UN BONUS CULTURA PER I DICIOTTENNI Un’applicazione web che permette di gestire il Bonus Cultura di 500 Euro riservato a tutti i ragazzi residenti in Italia che compiono diciotto anni nel 2016

500 euro da spendere in cultura: questo il valore del bonus che la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015 , n.208) assegna a tutti i giovani che compiono diciotto anni nell'anno 2016, residenti in Italia, in possesso di permesso di soggiorno dove richiesto, al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale. Il bonus, operativo dal 3 novembre 2016, può essere utilizzato per l'acquisto di:

* biglietti per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo

* libri

* ingresso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali.

I dati anagrafici dei beneficiari sono accertati attraverso SPID, il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese gestito dall’Agenzia per l’Italia Digitale. La gestione avviene attraverso un’applicazione web, 18App, utilizzabile tramite accesso a www.18App.it sia da parte dei diciottenni che da parte degli esercenti.


 

L’origine della natura morta in Italia. Caravaggio e il Maestro di Hartford

14 Novembre 2016 - 19 Febbraio 2017

Galleria Borghese

L’esposizione ha lo scopo di esaminare l’arte pittorica dedicata alla natura morta italiana alla fine del ‘500, con particolare focus sulle opere del Caravaggio del XVII secolo. Tra i dipinti di punta c’è anche la 'Canestra di frutta', prestata direttamente dalla Pinacoteca Ambrosiana di Milano e opera che dà il via ufficialmente al genere della natura morta come protagonista unica slegata dalla figura umana.

La mostra sarà visibile alla Galleria Borghese, in Piazzale Scipione Borghese 5, fino al 19 febbraio 2017, lo scopo è quello di celebrare la natura morta svincolata dai soggetti umani e per farlo, oltre ai dipinti del Merisi, saranno esposti anche dei dipinti su tela del Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford, come ‘Vasi di fiori e frutta su tavolo’. La figura del Maestro di Hartford rimane tutt’oggi carica di mistero e ancora adesso si discute sulla sua possibile identità. A tal proposito si cerca di indagare il contesto della pittura morta nella Roma di fine ‘500 e lo sviluppo portato da Caravaggio pochi anni dopo. Oltre al quadro preso in prestito dalla pinacoteca milanese ci sono anche ‘il Bacchino malato’ e ‘il Ragazzo con canestra di frutta’, dipinti celebri di Michelangelo Merisi che vanno ad arricchire i 40 dipinti in mostra fino a febbraio, tra cui anche 'Fiasca spagliata con fiori' attribuita al Maestro della fiasca di Forlì.

  • Orari d'apertura: dal martedì alla domenica con apertura dalle ore 9 alle 19 (lunedì chiuso). L’ultimo ingresso è fissato per le ore 17 ed è necessaria la prenotazione

 

Mostra temporanea: "ARTE SULLE MOTONAVI. Il varo dell'Utopia"

9 Novembre 2016 - 8 Gennaio 2017

Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Ingresso mostra: via Gramsci, 69-71

  • Orari d'apertura: dal martedì alla domenica: 8.30 - 19.30
    ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura
  • chiusure tutti i lunedì, 1° gennaio, 1°maggio, 25 dicembre
  • INGRESSO GRATUITO

 

Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale di Urbino.
Giochiamo! Giochi e giocattoli dal Rinascimento al Barocco

27 Ottobre 2016 – 5 Febbraio 2017

Organizzata dalla Galleria Nazionale delle Marche con la prestigiosa collaborazione dei Kunsthistorisches Museum e curata da Valentina Catalucci, la mostra racconta i due importanti periodi storici del Rinascimento e del Barocco attraverso un percorso inconsueto e originale di giochi, giocattoli e passatempi che si diffusero dal Quattrocento al Seicento in tutta Europa.

L’esposizione comprende carte da gioco, scacchiere, libri, giocattoli, dipinti ed incisioni provenienti da prestigiose collezioni austriache, tedesche e italiane.

Insieme a rappresentazioni di scene di gioco come il quadro con la Partita a scacchi di Giulio Campi di Palazzo Madama a Torino, alcune opere molto rare trasportano il visitatore in un mondo “Ludico” che fin dall’inizio sorprende per la sua preziosità.


 

Work in progress: Il restauro dello stendardo di Mattia Preti per San Martino al Cimino
- Incontro con i restauratori e visite guidate alla Galleria Corsini -

26 ottobre, ore 17 - 9 novembre, ore 17 - 16 novembre, ore 17 - 23 novembre, ore 17

In occasione delle fasi finali del lungo e complesso restauro dello stendardo giubilare realizzato da Mattia Preti per San Martino al Cimino nel 1650, la Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma offrono al pubblico l'occasione di assistere dal vivo al cantiere di restauro insieme alle restauratrici che hanno curato il lavoro.
Durante l'evento è prevista anche una visita guidata gratuita alla Galleria, un'occasione speciale per vedere - o rivedere - i tanti capolavori della collezione Corsini e le straordinarie sale del palazzo.


 

Galleria Nazionale - Time is Out of Joint

11 Ottobre - 15 Aprile 2016

Con l’inaugurazione della grande mostra Time is Out of Joint, lunedì 10 ottobre 2016, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, diretta da Cristiana Collu, scrive un nuovo capitolo della sua storia portando a compimento l’ampio processo di trasformazione, riorganizzazione e riallestimento, iniziato il 21 giugno 2016, con la restituzione al pubblico di spazi completamente rinnovati e la profonda rilettura delle sue collezioni.

L’esposizione, il cui titolo cita i versi dell’Amleto di William Shakespeare “The time is out of joint”, sonda l’elasticità del concetto di tempo, un tempo non lineare, ma stratificato, che sembra porre in atto il dilemma dello storico dell’arte Hans Belting “la fine della storia dell’arte o la libertà dell’arte”. È il definitivo abbandono di qualsiasi linearità storica, per una visione che dispiega, su un piano sincronico, le opere come sedimenti della lunga vita del museo: da Giacomo Balla, Gustav Klimt, Lucio Fontana, Alberto Giacometti a Cristina Lucas, Adrian Paci, Sophie Ristelhueber, per citarne alcuni.

Sostenuta dall’autonomia speciale della riforma del MiBACT, la Galleria Nazionale si propone come luogo di scoperta, aperto alla ricerca e alla contemplazione, e spazio di riflessione sui linguaggi, sulle pratiche espositive e sul ruolo del museo contemporaneo.


 

Galleria Borghese - Ritratto di Giulio Sacchetti di Pietro da Cortona

Donato dalla Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti
Lunedì 19 Settembre 2016

La Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti ha donato il Ritratto di Giulio Sacchetti, olio su tela di Pietro da Cortona, alla Galleria Borghese.

L’opera, conservata per secoli nella dimora antica della Casata, ne esce oggi per riunirsi al suo pendant, il ritratto di Marcello Sacchetti, anch’esso di Pietro da Cortona, già in Collezione Borghese.

Tornano ad incontrarsi i ritratti dei due fratelli e ricongiungono, idealmente quanto concretamente, la storia delle due tra le più autorevoli dinastie di committenti del Seicento a Roma, i Sacchetti e i Borghese.

Il pubblico potrà ammirare il ritratto, per circa un mese, presso la sala Mariano Rossi della Galleria, successivamente verrà collocato nella Loggia di Lanfranco, al piano della pinacoteca del Museo, accanto e in relazione ai ritratti di Scipione Borghese e di Gian Lorenzo Bernini, oltre che sotto il Concilio degli dei di Lanfranco.


 

IL CASTELLO SEGRETO

9 Aprile - 20 Novembre 2016

Il Castello segreto è il titolo di un progetto ideato dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, che rende visibili alcune zone particolari del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo. Per quanto di rimarchevole valore storico e artistico, di solito queste aree risultano chiuse per motivi di sicurezza: la loro conformazione e l’angustia delle dimensioni preclude, di fatto, l’accesso all’alto numero di visitatori che ogni giorno frequenta il monumento. L’apertura al pubblico, da ritenersi un evento eccezionale, avviene grazie a visite guidate in italiano e in inglese, realizzate da personale specializzato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il Castello segreto prevede un itinerario esclusivo e affascinante nel cuore del monumento. La visita ha come tappe il Passetto di Borgo, ovvero il camminamento di 800 metri che connette il Castello ai Palazzi Vaticani; le Prigioni storiche; le Oliare, gli ambienti adibiti un tempo a depositi alimentari; infine, il cortile di Leone X, il locale detto ‘del Forno’ e la minuscola Stufetta di Clemente VII, cioè la sala da bagno del pontefice, celebre fra l’altro per gli affreschi della bottega di Raffaello Sanzio.

  • 9 Aprile - 20 Novembre 2016
  • Visite speciali: tutti i giorni, 4 al giorno, 2 in italiano (11:00, 17:00) e 2 in inglese (10:00, 16:00).
  • Gruppi massimo 15 persone.
  • Prezzo: Euro 5,00 oltre il costo del biglietto d'ingresso
  • Per prenotazioni: 06 32810
  • Approfondimento

 

LA VENERE DI URBINO DI TIZIANO TORNA NELLE MARCHE DOPO QUASI CINQUE SECOLI

9 Settembre - 18 Dicembre 2016

Dal 6 settembre al 18 dicembre di quest’anno, il quadro piu' importante al mondo che ha nel titolo proprio la parola “Urbino”, sara' esposto a Palazzo Ducale di Urbino. Commissionato al maestro allo scadere del quarto decennio del Cinquecento dal duca Guidubaldo della Rovere, duca di Camerino e futuro signore di Urbino e del Montefeltro, la sensuale e misteriosa donna nuda fu vista da un ammirato Giorgio Vasari nella guardaroba dei duchi nel 1548 e, dopo un passaggio all’Imperiale di Pesaro dove il capolavoro risultava presente nell’inventario del 1624, giunse Firenze – insieme a centinaia di altre opere di inestimabile valore – con l’ultima discendente della dinastia della Rovere, Vittoria, che nel 1637 sposo' Ferdinando II de’ Medici.

Gia' nel 1654-55 la celebre Venere si trovava esposta nella Villa di Poggio Imperiale, residenza suburbana di Vittoria della Rovere, e nel 1736 figurava nel patrimonio della Galleria degli Uffizi. Oltre che nella sede museale fiorentina, negli ultimi 13 anni il grande dipinto su tela – dal messaggio erotico e simbolico assai complesso - e' stato ammirato anche nel Museo del Prado di Madrid, nel Palais des Beaus Arts di Bruxelles, nella National Gallery of Western Art di Tokyo e nel Palazzo Ducale di Venezia, ma non era mai tornato a Urbino, dove quasi mezzo millennio fa inizio' la sua storia. “La Venere di Urbino di Tiziano, un’icona di bellezza celebre in tutto il mondo, torna per la prima volta ‘a casa’, nelle stanze del Palazzo Ducale di Urbino per cui fu commissionata – afferma Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi –. Potremo dunque ammirarla e studiarla nel suggestivo contesto d’origine, dove si congiungera' ad altri capolavori strepitosi rinascimentali, come i dipinti di Piero della Francesca, la Citta' Ideale, lo Studiolo intarsiato di Federico da Montefeltro, e tanti altri dipinti che testimoniano lo splendore della famiglia urbinate”.

  • 9 Settembre - 18 Dicembre 2016
  • Palazzo Ducale di Urbino

 

CAPOLAVORI DELL’ANTICA PORCELLANA CINESE DAL MUSEO DI SHANGAI X – XIX SEC. D.C.

23 Giugno 2016 - 16 Febbraio 2017

In mostra per la prima volta in Italia le antiche ceramiche cinesi della collezione del Museo di Shangai, una delle istituzioni museali più importanti della Cina.

74 preziose manifatture di diversa datazione storica saranno ospitate nello splendido scenario di Palazzo Venezia: dalla grande varietà delle ceramiche Song e Yuan (960 – 1368) alle ceramiche Ming delle fornaci di Jingdezhen (1368 – 1644) fino alle più recenti prodotte durante la dinastia Quing (1644 – 1911).

Utesili di vario genere, vasi da fiori, oggetti per rituali e molto altro in una mostra unica nel suo genere e irripetibile.


 

SALA DELLA BIBLIOTECA A CASTEL SANT'ANGELO

Ha riaperto al pubblico, al termine dei lavori di restauro della volta, la Sala della Biblioteca del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, con i suoi preziosi affreschi cinquecenteschi.

La Sala venne progettata intorno alla metà del '500 da Raffaello da Montelupo, architetto toscano collaboratore di Michelangelo, nell’ambito del vasto programma di ristrutturazione intrapreso da Paolo III Farnese come risarcimento a seguito dei danni causati al monumento dal Sacco di Roma (1527)

  • Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo
  • Sala della Biblioteca
SOPRI DI PIU

 

SCOPRI PENGUINPASS

 

Penguinpass è l’applicazione che ti permette di conoscere quanto accade attorno a te e di accedervi in maniera facile e immediata. Rivoluziona il concetto di accesso ad un evento, che si tratti di una mostra, di un concerto , lavoriamo per rendere la tua visita sempre più smart e per facilitare al meglio il tuo ingresso!

Con Penguinpass puoi cercare i tuoi eventi e avere a portata di click tutte le informazioni utili alla tua visita.

SOPRI DI PIU
All Rights Reserved