Galleria Borghese
Artisti | Mostre | Didattica/visite guidate | Merchandising | Catalogo libri | Prenotazione biglietti | Info sui musei
English version

Storie della Passione, particolare del fregio | Amico Aspertini

precedente
guarda le altre opere
successiva
Guida alla Rocca di Gradara
M. R. Valazzi
Brossura, 16,5x23 cm, pp. 32, 20 ill. col., 2 tavv b/n.
€ 5,00

La guida introduce alla storia e alla descrizione degli ambienti del Castello di Gradara, che affonda le sue origini al volgere del primo millennio.
Il pittore bolognese Amico Aspertini (1474/75-1552) è l'autore del fregio dipinto che corre tangente al soffitto della sala della Passione della Rocca demaniale di Gradara, in cui sono raffigurate, in monocromo, Scene della Passione di Cristo.
L'esecuzione delle pitture dovette avvenire tra gli ultimi anni del Quattrocento e forse i primi del secolo successivo: tale datazione riporta infatti ai momenti del soggiorno romano di Amico, quando, affascinato dai resti del mondo classico, ne annotò le immagini in un preziosissimo taccuino, il cosiddetto Codice Wolfegg.
Amico Aspertini è ricordato però per un gusto molto personale di rielaborare il linguaggio pittorico attingendo anche ad altre culture - Vasari lo definisce "bizzarro" - e ciò appare negli evidenti richiami alla drammatica grafica nordica che appaiono nelle pitture gradaresi.
torna alla Rocca demaniale di Gradara
Galleria Borghese Galleria Spada Museo Nazionale di Castel S. Angelo
Galleria Barberini Galleria Corsini Palazzo Ducale di Urbino
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia Museo Aperto del Tridente Rocca Demaniale di Gradara
Web development: posizionamento siti web