Galleria Borghese
Artisti | Mostre | Didattica/visite guidate | Merchandising | Catalogo libri | Prenotazione biglietti | Info sui musei
English version

David (1623-24) Storia dell'opera | Gian Lorenzo Bernini

1590

1598. Nasce a Napoli
1599.Storie di S. Matteo di Caravaggio

1600

1605. Si trasferisce a Roma
1605. Carracci a Palazzo Farnese

1610

1618.Inizia la Guerra dei Trent'anni
1619. Enea ed Anchise

1620

1623.Galilei pubblica Il Saggiatore
1623. David
1627-28.Lanfranco a Sant'Andrea della Valle

1630

1633. Condanna di Galileo Galilei
1633. Baldacchino di San Pietro
1637.Cartesio pubblica il Discorso sul Metodo
1639.Pietro da Cortona a Palazzo Barberini

1640

1647.Rivolta di Masaniello a Napoli
1648.Fontana dei Fiumi a Piazza Navona

1650

1652. Estasi di Santa Teresa
1656.Velazquez dipinge Las Meninas
1657.Progetto per Piazza San Pietro

1660

1661.Luigi IV prende il potere in Francia
1665. Viaggio in Francia
1667-68.Guerra di Devoluzione tra Francia e Spagna

1670

1672.Spinoza pubblica il Tractatus
1674. Beata Ludovica Albertoni

1680

1680. Muore a Roma

La statua è la quarta della serie di brillanti e innovativi sculture per Scipione Borghese raccolte nel Casino della villa sul Pincio, sulle quali si fondò la reputazione europea di Bernini.
La datazione e l'ordinamento cronologico della statua all'interno dell'opera giovanile rimasero a lungo controverse, finché ltalo Faldi non poté chiarirle grazie ad un ritrovamento d'archivio: il mandato di pagamento a Bernini del 18 luglio 1623, dal quale si può dedurre che la statua era in quel momento in lavorazione'.
Anche un aneddoto riferito dal figlio Domenico Bernini e da Baldinucci, secondo il quale il cardinale Maffeo Barberini (1568-1644 diventerà Papa il 6 agosto 1623 col nome di Urbano VIII, è il fondatore di Palazzo Barberini) avrebbe sorretto lo specchio a Bernini intento a foggiare il volto di David secondo le proprie fattezze, indica la prima metà dell'anno 1623. Baldinucci riferisce che la statua venne realizzata in soli sette mesi. Il 31 gennaio 1624 venne pagato il piedistallo, mentre al più tardi il 2 maggio 1624 la statua deve essersi trovata collocata su tale piedistallo, che è andato perduto.
La posizione del David nello sviluppo artistico di Bernini si è con ciò chiarita: la statua è stata creata dopo il Ratto di Proserpina e contemporaneamente alla realizzazione del gruppo Apollo e Dafne, di cui sappiamo che era in lavorazione al più tardi nell'agosto 1622, che Bernini vi si dedicava ancora nel febbraio 1623, che ne interruppe momentaneamente l'esecuzione per dedicarsi al David e che la riprese però al più tardi nell'aprile 1624. Bernini ha realizzato de facto parallelamente le due opere forse più sorprendenti fra i suoi successi giovanili. Resta da chiarire se dalla contemporaneítà della loro realizzazione si possa concludere anche che fossero concepiti contenutisticamente come pendant.
La statua berniniana del David non è giunta a noi nel suo stato originario. La sua base è stata ingrandita e così privata del primitivo effetto illusionistico. La statua era collocata originariamente contro una parete della "Stanza del Vaso", la prima sala del pian terreno del Casino. Il visitatore che entrava nella sala la scorgeva da sinistra, e Bernini ha studiato la composizione soprattutto per questo punto di vista. Dalla torsione del corpo di Davíd verso questo lato risultava che il visitatore della sala coglieva un'intera serie di vedute mirabilmente composte della statua, prima di poterne guadagnare la visione frontale.
torna a Galleria Borghese
Galleria Borghese Galleria Spada Museo Nazionale di Castel S. Angelo
Galleria Barberini Galleria Corsini Palazzo Ducale di Urbino
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia Museo Aperto del Tridente Rocca Demaniale di Gradara
Web development: posizionamento siti web
tr>