Galleria Borghese
Artisti | Mostre | Didattica/visite guidate | Merchandising | Catalogo libri | Prenotazione biglietti | Info sui musei
English version

Madonna col Bambino (1522-1523 ca.) tavola, cm. 37x30,5 | Giulio Romano

precedente
guarda le altre opere
successiva
Galleria Nazionale d'Arte Antica. Palazzo Barberini
L. M. Onori - R. Vodret
Brossura, 16,5x23 cm, pp. 152, 133 ill. col.
€ 13,00

La guida agevola il visitatore alla scoperta dei capolavori custoditi nella Galleria.
Questa piccola tavola è anche chiamata “Madonna Hertz”, a ricordo di Enrichetta Hertz, che nel 1915 donò l’opera alla Galleria Nazionale di Arte Antica. Il dipinto risale al soggiorno romano di Giulio Romano, uno dei principali collaboratori di Raffaello.
Di grande fascino è la fresca bellezza della Madonna, dal volto dolce e dai grandi occhi scuri, secondo lo stile tipico delle figure femminili ritratte dall'artista.
L’acconciatura accurata presenta un complesso gioco di pieghe che ricadono ai lati del capo, incorniciato a sua volta dai sottili capelli biondi.
Per via di una certa somiglianza con la Fornarina, si ipotizza che nelle sembianze della Madonna sia stata ritratta la giovane amata da Raffaello.
Diversamente dal maestro urbinate, però, Giulio Romano propone una figura femminile dai tratti meno marcati e più gentili, introducendo degli elementi stilistici che saranno tipici del primo manierismo.
A riprova di una interpretazione nuova e soggettiva dell’artista, fa da sfondo al soggetto sacro un’ambientazione domestica intima e semplice, in cui si scorgono tanti particolari minuti e, nella penombra oltre la porta, il candore di una piccola colomba.
torna a Galleria di Palazzo Barberini
Galleria Borghese Galleria Spada Museo Nazionale di Castel S. Angelo
Galleria Barberini Galleria Corsini Palazzo Ducale di Urbino
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia Museo Aperto del Tridente Rocca Demaniale di Gradara
Web development: posizionamento siti web